martedì 31 maggio 2016

Quintana di Ascoli: la fotogallery della sessione pomeridiana di prove



Qui sotto alcuni scatti di Fabio Bostik relativi alla sessione di prove pomeridiane andata in scena domenica al campo dei giochi "F. Squarcia". E' vietato qualsiasi tipo di riproduzione senza il consenso da parte dello staff del Quintanaro  Moderno.



Nicholas Lionetti - Piazzarola


Nicholas Lionetti - Piazzarola


Nicholas Lionetti - Piazzarola


Lorenzo Melosso - Porta Romana


Andrea Leonardi - Sant'Emidio


Andrea Leonardi - Sant'Emidio


Andrea Leonardi - Sant'Emidio


Luca Innocenzi - Porta Solestà









Moie: Enrico Giusti su Queenly vince la terza tappa del torneo 2016



nella foto l'aretino Enrico Giusti in sella a Queenly



Magistrale performance dell’aretino Enrico Giusti nella terza tappa del Campionato Giostre Medievali di Moie (AN) che si è disputata oggi nell’impianto sito all’interno del parco dell'Associazione Equestre Vallesina. Giusti, in sella alla purosangue Queenly cavallina da lui stessa allenata e che si era già messa in luce nelle precedenti tappe del campionato 2016, ha disputato due tornate con percorsi netti fermando il cronometro in un 58,85 (prima tornata) ed un 59,22 (nella seconda) che gli hanno permesso di aggiudicarsi la giostra. Alle sue spalle si è piazzato Mimmo Spinelli in sella a Dance Devil e, sul terzo gradino del podio, il faentino Aldo Michinelli, al suo rientro nel circuito di Moie, in sella a Pole Position. Un ottima prova di Giusti anche in vista del prossimo appuntamento che vedrà il cavaliere aretino impegnato, domenica 5 giugno, a disputare il Palio delle Contrade di San Secondo Parmense. Relativamente al campionato di Moie Giusti, con il successo di oggi, conquista 20 punti salendo a 36 punti distanziato di sole 4 lunghezze da Luca Innocenzi che guida la classifica parziale con 40.


Roberto Parnetti











lunedì 30 maggio 2016

'Per Reverentia et Devotione': stasera l'analisi della prima sessione di prove





La Quintana di Ascoli torna in radio con il consueto approfondimento. Stasera alle 21,30 i microfoni di Radio Ascoli si accenderanno di nuovo per la terza puntata di 'Per Reverentia et Devotione', il nuovo programma sulla giostra cavalleresca più bella d'Italia. Nato dal connubio tra la radio ufficiale della Quintana e lo staff del Quintanaro Moderno 'Per Reverentia et Devotione' vi terrà compagnia in questa caldissima estate permettendovi così di vivere la Quintana. 

Il tema principale della puntata di stasera sarà naturalmente la prima sessione di prove al Campo dei Giochi. Qui saranno tante le tematiche che approfondiremo insieme ai nostri ospiti. Si parlerà della preparazione e della gestione del terreno di gara. Dopodichè saranno interpellati alcuni dei veri protagonisti della giostra Interverranno Maurizio Celani (responsabile di pista della Quintana) e Andrea Leonardi (cavaliere di Sant'Emidio). Mentre saranno presenti in studio nella parte finale della trasmissione Franco (ex cavaliere e tecnico Fise) e Lorenzo Melosso (cavaliere di riserva di Porta Romana). Come sempre ci sarà parecchia carne al fuoco. 

Condotto da Massimiliano Mariotti, Serafino D'Emidio e Matteo Mariotti, membri dello staff del Quintanaro Moderno, e con la regia di Fabio Bostik 'Per Reverentia et Devotione' potrà essere seguita sulle frequenze radio 103,00 e sul digitale terrestre canale Rtm opzione audio-lingua 2 e in real audio sul sito www.radioascoli.it accessibile da ogni pc e cellulare. Non mancate.








venerdì 27 maggio 2016

Quintana di Ascoli: si apre ufficialmente la stagione 2016 con visite e prove





La stagione della Quintana di Ascoli Piceno 2016 è pronta ad aprire ufficialmente le danze, con la due giorni di visite e prove  dei sei sestieri. Si inizierà subito domani mattina con le meticolose visite curate nei minimi dettagli dalla commissione veterinaria del dottor Alessandro Spadari dell'Università di Bologna. Le stesse proseguiranno poi per tutto il pomeriggio e la mattinata di domenica. Poi domenica pomeriggio la palla passerà ai sei binomi che avranno modo di saggiare il terreno di gara nelle due sessioni di prove previste per il pomeriggio e la sera. In quella pomeridiana ogni sestiere avrà a disposizione 25 minuti. Mentre in quella serale le sei scuderie potranno contare su tre turni da 8 minuti ciascuno. Questi i turni stabiliti. 

VISITE SABATO 28:
ore 8,00-10,00 Porta Maggiore (4 cavalli)
ore 10,00-13,00 Porta Tufilla (6 cavalli)
ore 14,00-15,30 Sant'Emidio (3 cavalli)
ore 15,30-17,30 Porta Romana (4 cavalli)
ore 17,30-18,30 Piazzarola (2 cavalli)

VISITE DOMENICA 29:
ore 8,00-9,00 Porta Maggiore (2 cavalli)
ore 9,00-11,30 Porta Solestà (5 cavalli)
ore 11,30-13,00 Piazzarola (3 cavalli)

SESSIONE POMERIDIANA PROVE DOMENICA 29 (25 minuti per ogni Sestiere)
ore 15,00 Sestiere Porta Tufilla
ore 15,30 Sestiere di Porta Maggiore
ore 16,00 Sestiere Porta Romana
ore 16,30 Sestiere Sant'Emidio
ore 17,00 Sestiere Porta Solestà
ore 17,30 Sestiere Piazzarola

SESSIONE SERALE PROVE DOMENICA 29 (3 turni da 8 minuti per ogni Sestiere)
- ‪‎PortaTufilla‬
- ‪‎PortaMaggiore‬
- ‪‎PortaRomana‬
- ‪‎SantEmidio‬
- ‪‎PortaSolestà‬
- ‪‎Piazzarola‬



Massimiliano Mariotti









giovedì 26 maggio 2016

Quintana di Ascoli: concluso il percorso formativo rivolto ai coordinatori di corteo



nella foto le guardie nere del gruppo comunale guidate da Armando Palermi




Il motore della Quintana di Ascoli è già bello caldo e pronto a partire in vista di quella che sarà un'altra stagione, l'ennesima, di pura passione quintanara. Si è concluso lunedì sera nella sala Docens di piazza Roma il percorso portato avanti nelle ultime settimane da Mirko Isopi, nuovo coreografo della rievocazione storica, e rivolto a vecchi e nuovi coordinatori di corteo. Anche quest'anno infatti si è voluto fortemente lavorare per sensibilizzare tutti alla cura di esso che, coi suoi preziosi e magnifici dettagli, è in grado di offrire all'occhio dello spettatore uno spettacolo unico nel suo genere. Con quasi 1500 figuranti il corteo della Quintana di Ascoli rappresenta da sempre un elemento caratteristico in grado di distinguerla nel panorama delle altre rievocazioni storiche nazionali e internazionali. Erano presenti all'appuntamento conclusivo anche il maestro di bandiera Emidio Manfroni, il maestro d'arceria Raimondo Cipollini, il maestro dei musici Marco Terrani e il maestro di corteo Patrizia Petracci.


Mas.Mar.












martedì 24 maggio 2016

Calvi dell'Umbria: la contrada Croce vince la giostra






Si è concessa il bis la Contrada Croce nel Palio delle Contrade di Calvi Dell’Umbria; dopo infatti la vittoria dello scorso anno anche l’edizione 2016 è vinta dalla Contrada con le medesime accoppiate (sia cavalieri che cavalli) del 2015 ovvero Alessandro Scoccione su Filba (Puro Sangue Inglese di 10 anni) e Danilo Vannini su Aramis (Anglo Arabo di 16 anni). Una vittoria ottenuta con un totale di 440 punti contro i 415 del Drago (difesa da Fabio Picchioni in sella a Scoglio P.S.I. 9 anni e Cristiano Liti su Popolar Groove P.S.I. 10 anni), i 345 di Castello (con Jonathan Anselmicchio su Don Cameron P.S.I. 14 anni e l’esordiente giovanissimo Tommaso Finestra su Leppidoro A.A. 12 anni) ed i 75 di Fiamme (con Daniele Bravetti su Golden Joystick P.S.I. 8 anni e Luca Paterni su Tautomeria P.S.I. 4 anni). Una giostra che ha appassionato il pubblico, che gremiva le gradinate del “campo dei giochi”, combattuta fin dalla prima seria di scontri e che è stata diretta in maniera positiva, per la prima volta, da Roberto Parnetti di Arezzo. 


La cronaca delle 12 carriere corse registra tre fuori pista ed una caduta di Luca Paterni senza conseguenze per il fantino, che ha portato poi a termine la sua prova correndo anche l’ultima carriera, e nemmeno per il cavallo prontamento ripreso dal maestro di campo. Al termine della carriere regolari, che decretavano la netta vittoria di Croce, è stato invece necessario uno spareggio per assegnare il titolo di miglior cavaliere in campo: tre i cavalieri che chiudevano a pari merito con 220 punti: Alessandro Scoccione e Danilo Vannini, per la contrada Croce, e Cristiano Liti per il Drago. Prima della chiamata in campo i responsabili delle contrada Croce hanno indicato in Scoccione il cavaliere che avrebbe effettuato lo spareggio poichè, da regolamento, solo un cavaliere per contrada può disputare tale prova. La tornata vedeva poi la vittoria andare a Scoccione con 60 punti contro i 50 di Liti. La premiazione è stata effettuata dal Sindaco Guido Grillini e dal Presidente dell’Associazione Giostra delle Contrade Gianni Persico salutata dal rullo dei tamburi e dallo squillo delle chiarine del Gruppo storico di Calvi dell’Umbria.









lunedì 23 maggio 2016

Moie: domenica si recupera la terza tappa del 'Torneo Giostre Medioevali'





Il rinvio di domenica scorsa non impedirà alla 3° tappa del Torneo Giostre Medioevali di andare in scena. Il recupero è previsto infatti per  questa domenica 29 Maggio, sempre al parco equestre di Moie. Le piogge della scorsa settimana purtroppo avevano reso impraticabile la pista sulla quale si sarebbe dovuto correre, impedendo così il regolare svolgimento della manifestazione. Così proprio per tutelare l'incolumità di cavalli e cavalieri l'associazione equestre Vallesina, da sempre particolarmente attenta a ciò, aveva deciso di rinviare la tappa del campionato.

Il programma resterà invariato rispetto a quello precedentemente stilato. Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro le 11, poi sarà prevista una sessione di prove libere fino alle 12,30. Dopo pranzo alle 15 prenderà il via la gara vera e propria. L'attuale classifica generale provvisoria vede in testa Luca Innocenzi con 40 punti. Dietro di lui la coppia composta da Fabio Picchioni ed Enrico Giusti con 16 punti. Al terzo posto invece il duo formato da Marco Remoli e Rossano Cacciamani a quota 13 punti.


Massimiliano Mariotti









Arezzo: l'almanacco della prova generale della Giostra del Saracino





La bibliografia della Giostra del Saracino si arricchisce di una nuova pubblicazione che sarà presentata sabato 21 p.v. alle ore 11,00 nella Sala Giostra del Saracino del Comune di Arezzo. Il librò è interamente dedicato ad una delle iniziative collaterali alla Giostra ovvero alla Prova Generale che, dal 1995, è stata regolamentata come una vera e propria Giostra riservata ai giostratori di riserva dei quattro quartieri di Arezzo. Autore è Roberto Parnetti che già in passato ha dato alle stampe due volumi sul Saracino “E vidi correr giostra”, premiato con il Tagete nel 2005 e “Saluti dalla Giostra” nel 2011 ed il libro gode del patrocinio dell’Istituzione Giostra del Saracino e del Comune di Arezzo. Con questo volume Parnetti ha voluto rendere un doveroso omaggio a tutti i cavalieri di riserva che, durante l’anno, si allenano nei vari campi prova e che nella serata a loro dedicata possono mettere in vetrina le loro doti per un futuro come giostratori titolari. 

Il libro è suddiviso in tre parti: la prima con il riepilogo delle vittorie per quartiere, per giostratori, capitani, rettori ed i cavalli; la seconda parte è invece per le schede delle singole edizioni con i punteggi le figure istituzionali ecc. mentre, nella terza, vi sono le curiosità in modo da tracciare un quadro definito di tutte le 40 edizioni disputate (più due sospese) in questi 20 anni. Ad arricchire il tutto numerose fotografie tra cui quelle dei piatti d’argento che, dal 2001, vengono assegnati al quartiere vittorioso e che dal 2005 hanno una specifica dedicata. Anche questa è una delle primizie del libro poiché è la prima volta che vengono pubblicate tutte le foto dei premi assegnati in questi anni. La scaletta della cerimonia di presentazione, moderata da Luca Caneschi, sarà aperta dai saluti istituzionali del Sindaco Alessandro Ghinelli, del Vice Sindaco ed Assessore alla Giostra Gianfrancesco Gamurrini e dal Presidente dell’Istituzione Franco Scortecci. Sarà poi proiettato un filmato celebrativo con oltre 250 fotografie selezionati per raccontare questi venti anni di prova generale quindi la parola passerà ad alcuni dei protagonisti della manifestazione: Vittorio Beoni, primo presidente dell’Istituzione Giostra del Saracino e che nel 1995 fu promotore dell’introduzione della Prova Generale riservata ai giostratori di riserva dei quartieri, e Gabriele Gamberi giostratore che detiene il record di vittorie in prova (8) tra cui l’edizione del 1996 ottenuta in coppia con il padre Silvano (prima ed unico successo ottenuto, sia in prova che nella Giostra, da una coppia composta da padre e figlio). Parnetti ha voluto dedicare il volume è dedicato a Roberta Nucci quartierista gialloblù recentemente scomparsa.









domenica 22 maggio 2016

Nostalgia



Porta Capeccina
pense sempre a te,
tu je lu core,
la vita miè:
ce so nate,
e ce so cresciute
e nen te posse dì
quanne m'è piaciute.

(Emilio Nardinocchi, console)



Questa è la poesia che Emilio Nardinocchi ha scritto per la sua Porta Cappuccina. Quali migliori parole per descrivere il senso più profondo della nostra storia e della nostra tradizione quintanara. C'è qualcosa di magico e di unico nelle parole di Emilio che attraverso il territorio in cui è nato e cresciuto ci rimanda a valori che sanno di infinito e di infinita valenza interiore.

Ieri, al sestiere giallo-azzurro è stato presentato il nuovo foulard ad edizione limitata per commemorare il console Nardinocchi alla presenza del caposestiere Attilio Lattanzi, del nuovo console Patrizio Zunica e della famiglia Nardinocchi. Nel foulard in questione è riportata la poesia "Nostalgia" ad opera del mai dimenticato console.

Sulla pagina facebook del sestiere giallo-azzurro potrete trovare il video dell'emozionante momento di ieri.


Serafino D'Emidio

sabato 21 maggio 2016

La corsa dei cavalli ad Ascoli Piceno



"Il divertimento per il quale non vennero mai meno il favore e la simpatia del popolo e che tenne il cartellone per una lunga serie di secoli (cioè fino ai giorni nostri) fu la corsa dei cavalli. Essa, partendo da Porta Romana, percorreva la strada dritta fino a S.Erasmo e aveva termine a Piazza Arringo. Il vincitore aveva in premio un drappo di velluto cremisi (il colore del martire Emidio) lungo 9 braccia che, per incarico del Consiglio, veniva acquistato volta per volta dai nostri mercanti a Napoli e, più spesso, a Foligno. Il pregio di questo palio era ritenuto d'importanza decisiva per attrarre alla competizione corsieri di gran classe e venivano spesi ben 40 scudi per l'acquisto della stoffa e relativa confezione" (Ascoli nel cinquecento - G.Fabiani - III ed.anastatica - Vol.II)


- Questo tratto di Ascoli nel 500 scardina alcuni dei nostri preconcetti (per chi di noi li ha avuti) sulla Giostra della Quintana. Spesso siamo stati convinti anche solo per un piccolo periodo della nostra esperienza quintanara, che la Giostra attuale è la medesima dall'inizio dei tempi. Così non è stato. Tanto che leggiamo chiaramente in questo passo che durante alcuni secoli non si svolgeva la Giostra ma la Corsa al Palio. Partendo da Porta Romana ed arrivando a Piazza Arringo.

- Altra considerazione importante riguarda la fattura del Palio. Si legge infatti che il drappo stesso era motivo di adesione alla Corsa da parte di corsieri di gran classe. Interessante questo aspetto, soprattutto se pensiamo a tutte quelle occasioni in cui viene presentato il Palio al Comune. Ci da il senso di queste presentazioni, ma soprattutto la misura e il peso che ha l'arte all'interno della fattura del Palio. Simbolo di vittoria, ma anche simbolo di prestigio economico e sociale.


"Esso era assegnato non al cavallo più veloce, ma a quello il cui fantino (ragatius è detto nelle Riformanze) riusciva a colpire con la sferza un lembo del drappo: e non raramente accadeva che per l'accanimento della lotta, l'entusiasmo fanatico della folla, la partenza o <> - come allora si chiamava - irregolare, o anche per l'arrivo tumultuoso, sorgevano contrasti, contestazioni e litigi sine fine dicentes" (Ascoli nel cinquecento - G.Fabiani - III ed.anastatica - Vol.II)



- Il "ragatius" aveva il compito di arrivare per primo, ma non bastava, doveva anche colpire per primo con la sferza il drappo del palio. Quello che poi ci viene narrato è qualcosa che in qualche modo è familiare anche a noi, nei nostri giorni. Parliamo delle contese, delle rivalità, dei campanilismi e delle liti invereconde per le vie della città a favore di questa o quella tesi. Sembra che molte cose siano cambiate, in realtà forse da questo punto di vista c'è poco di nuovo sotto al sole.

- L'ultima precisazione che metto sul piatto è che sicuramente questi due contributi testuali sopra citati ci parlano di un periodo di tempo specifico che va a cavallo tra la seconda metà del 1500 e la seconda metà del 1600. Non abbiamo poi molte certezze su quella che è stata la durata effettiva della Corsa al Palio ad Ascoli. Sappiamo però con sicurezza, che per molti anni è stato il nostro modo di omaggiare il Patrono. 

Serafino D'Emidio

giovedì 19 maggio 2016

Sestiere Porta Romana: dal 6 Giugno aperte le iscrizioni per le Quintane 2016








Dal 6 al 17 Giugno 2016 (escluso Sabato e Domenica) dalle ore 18:00 alle ore 20:00 presso la Sede del Sestiere Porta Romana (ex Tirassegno) in Viale Treviri n° 2 sarà possibile effettuare le iscrizioni per le Quintane del 2016.













mercoledì 18 maggio 2016

Sestiere Porta Solestà: si accende la stagione gialloblù




Sabato 21 maggio alle ore 12 presso la sede del Sestiere di Porta Solestà verrà presentato ufficialmente il foulard celebrativo con annessa pergamena con su scritta la poesia “Nostalgia” di Emilio Nardinocchi. Alla presenza del Console Patrizio Zunica, del Capo Sestiere Attilio Lattanzi e del comitato intero ci sarà un saluto affettuoso alla famiglia Nardinocchi. A seguire inizierà la consegna dei foulards.
















lunedì 16 maggio 2016

'Per Reverentia et Devotione': stasera alle 21,30 la seconda puntata su Radio Ascoli





La Quintana di Ascoli torna in radio. Stasera alle 21,30 i microfoni di Radio Ascoli si accenderanno di nuovo per la seconda puntata di 'Per Reverentia et Devotione', il nuovo programma sulla giostra cavalleresca più bella d'Italia. Nato dal connubio tra la radio ufficiale della Quintana e lo staff del Quintanaro Moderno 'Per Reverentia et Devotione' vi terrà compagnia in questa caldissima estate permettendovi così di vivere la Quintana. 

Nella puntata di stasera si parlerà del rinvio della prima sessione di prove al Campo dei Giochi. Dopodichè si andrà in quel di Foligno per analizzare la situazione a qualche settimana dalla giostra della Sfida. Ed infine si tornerà ad Ascoli per dirvi come il sestiere di Porta Maggiore si sta preparando alla stagione 2016, che ormai incombe. Interverranno il dottor Giorgio Filipponi (responsabile dell'area A dell'Asur sulla tutela e il benessere dei cavalli), Massimo Gubbini (cavaliere di Porta Tufilla), e Marco Regnicoli (caposestiere di Porta Maggiore). Come sempre ci sarà parecchia carne al fuoco.

Condotto da Massimiliano Mariotti, Serafino D'Emidio e Matteo Mariotti, membri dello staff del Quintanaro Moderno, e con la regia di Fabio Bostik 'Per Reverentia et Devotione' potrà essere seguita sulle frequenze radio 103,00 e sul digitale terrestre canale Rtm opzione audio-lingua 2 e in real audio sul sito www.radioascoli.it accessibile da ogni pc e cellulare.












Monterubbiano: Raponi vince la Giostra all'Anello per la Contrada dei Mulattieri



Nella foto Riccardo Raponi festeggiato dai suoi contradaioli


Va alla Corporazione dei Mulattieri l’edizione 2016 della Giostra all’Anello di Monterubbiano grazie al cavaliere Riccardo Raponi di Recanati che, in un avvincente finale, ha sconfitto il faentino Matteo Tabanelli che correva per la Corporazione degli Artisti. Questo il responso di una giostra che è stata combattuta dai quattro binomi scesi in campo, oltre a Raponi e Tabanelli, anche Stefano Antonelli per gli Zappaterra (che al termine della prima tornata è stato costretto al ritiro) e l’aretino Adalberto Rauco per i Bifolchi. Per la corporazione dei Mulatieri è la settima vittoria, che va ad interrompere il digiuno che si protraeva dal 2008, con la conquista dell'anello d’oro quest’anno realizzato dal prof. Luciano Zeppa insegnate del Liceo Artistico Preziotti-Licini di Fermo della Dirigente Stefania Scatasta e del "compaesano" prof. Rossano Perotti. Un plauso al comitato organizzatore che, nonostante i capricci di giove pluvio nei giorni antecedenti la giostra, ha comunque saputo allestire una manifestazione che ha avuto il suo apice con l’appassionate Giostra all’anello. 


Roberto Parnetti







Giostra di Calvi: si correrà domenica 22



Nella foto il Presidente Gianni persico con i responsabili della pista



Nulla da fare a Calvi dell’Umbria (Tr) per la Giostra delle Contrade, manifestazione equestre che chiude il programma dei festeggiamenti per il patrono San Pancrazio e che si sarebbe dovuta correre ieri domenica 15 maggio. A seguito del sopralluogo effettuato in mattinata dai responsabili dell’Associazione Giostra delle Contrade, con il presidente Gianni Persico, i responsabili della pista ed il Maestro di Campo Roberto Parnetti, sono state verificate le non perfette condizioni di alcune zone della pista. Le stesse erano state rese scivolose a causa della pioggia caduta nei giorni scorsi. Tale situazione non avrebbero garantito appieno le massime condizioni di sicurezza per cavalli e cavalieri. Così nella riunione seguente al sopralluogo è stato deciso di posticipare lo svolgimento del torneo a domenica 22 maggio con i medesimi orari.









sabato 14 maggio 2016

I protagonisti delle prove ufficiali, prima sessione annullata.



Annullate le prove dei binomi per domani al Campo Squarcia. Pertanto non si svolgeranno nè il turno pomeridiano che solitamente riguardava i secondi e terzi cavalieri di giostra, nè il turno serale che avrebbe dovuto avere i sei cavalieri titolari dei sei sestieri.

Una piccola panoramica dei sei Cavalieri titolari e dei cavalieri di riserva selezionati dai sestieri per la gara di Giostra 2016 e delle cavalcature presentate alle visite veterinarie. Sono questi i cavalieri e i cavalli che sosterranno quindi tutte le prove ufficiali che ci saranno da ora alle giostre, qui riportati nell'ordine utilizzato per le visite:



Porta Romana:
- Fabio Picchioni, 23 anni, ternano, vanta diverse partecipazioni alla corsa all'anello di Narni, quasi esordiente alla Giostra di Foligno, in parallelo al mondo delle giostre è inserito nel mondo del salto ad ostacoli.
- Lorenzo Melosso, 15 anni, ascolano, figlio d'arte di Franco Melosso, vincitore di 2 palii della Quintana di Ascoli, grintoso giovane cavaliere locale.

Avranno a disposizione: Amaldra 7 anni, Genoria di 6 anni, Infantas di 7 anni ed Extradition di 7 anni.
                                                
    
Sant'Emidio: 
- Andrea Leonardi, 30 anni, narnese, ha partecipato diverse volte alla nostra giostra con i colori neroverdi di Porta Maggiore, vanta partecipazioni alla Giostra della Quintana di Foligno e diverse partecipazioni alla corsa all'anello di Narni.
- Marco Elefante: 28 anni, narnese, è uno dei cavalieri più in vista negli ultimi anni alla Corsa all'anello di Narni.
- Tommaso Finestra, 15 anni, di Sangemini, giovane promessa del sestiere rosso-verde.

Avranno a disposizione: Detto Foglietto 11 anni, Pianalzesu 5 anni e Zaraiewa 6 anni.
         
                                       


Piazzarola:  
 - Nicholas Lionetti, 17 anni, faentino, definito da Mario Giacomoni una delle più grandi promesse del Palio del Niballo di Faenza, debutterà quest'anno con i colori bianco-rossi dopo il forfait annunciato negli ultimi giorni di Alessandro Culatore. Nicholas è figlio d'arte di quel Pasquale Lionetti, cavaliere di Porta Solestà negli anni 80.

-il secondo cavaliere sarà Roberto Maurizi di Castel di Lama

Il sestiere biancorosso avrà a disposizione: Subarcu 11 anni, Plutarco de Bonorva 8 anni, Oro di Gallura 9 anni, Tantalide 9 anni, Dangelesh 5 anni.
                                            
                                        

Porta Tufilla: 
- Massimo Gubbini, 33 anni, folignate, pluricampione alla giostra della Quintana di Foligno e 4 volte vincitore ad Ascoli. Ha partecipato a moltissime rievocazioni storiche in Italia ed è un serio concorrente alla vittoria del Palio 2016.
 - Andrea Carbonetti, 25 anni, folignate, secondo cavaliere anche nel Rione Giotti di Foligno


Avranno a disposizione: Big More 11 anni, Bell Exhibition 7 anni, West Grove 5 anni, Oxana D'Arcadia 6 anni e Leverò 6 anni.

                                       


Porta Solestà:  
- Luca Innocenzi, 34 anni, folignate, pluricampione alla nostra giostra di Ascoli Piceno  con ben 9 successi, vincitore nella Quintana di Foligno e grande protagonista di molte giostre nel centro Italia. E' l'uomo da battere.

Avrà a disposizione: Dorilas 13 anni, Try your Luck 8 anni, A Tinte Forti 5 anni, Stile di Vita 5 anni e Maracuja di 7 anni.

                                       


Porta Maggiore:   
- Guido Crotali, 29 anni, ascolano, ha partecipato a molte edizioni della nostra giostra di Ascoli, ottendendo diversi buoni piazzamenti. Si presenta quest'anno per fare il grande salto di qualità per la vittoria del Palio.
- Elia Cicerchia, 24 anni, aretino, l'enfant prodige della Giostra del Saracino di Arezzo, è entrato nella storia come uno dei più giovani vincitori del Saracino.


Avranno a disposizione: Padania Felix 6 anni, Tuttavia 6 anni, Albanella 8 anni, Mondina 8 anni, Tartufo 7 anni e Agordo 9 anni.

Serafino D'Emidio 

giovedì 12 maggio 2016

Giostra di Calvi: Roberto Parnetti sarà il Maestro di campo



nella foto da sinistra Roberto Parnetti e il Presidente Gianni Persico


L’aretino Roberto Parnetti sarà il Maestro di Campo alla XXXIV° edizione della Giostra delle Contrade di Calvi dell’Umbria (TR) che si correrà domenica. La nomina è stata annunciata qualche giorno fa da parte del Presidente dell’Associazione Giostra delle Contrade Gianni Persico, nella sala consiliare del comune di Calvi, alla presenza del Sindaco Giulio Grillini. Parnetti ha una esperienza maturata in oltre 25 anni come collaboratore con molte Giostre e Quintane nazionali ed ha ricoperto il ruolo del giudice unico, o Maestro di campo, in alcune tra le più importanti manifestazioni cavalleresche storiche quali la Giostra Cavalleresca di Sulmona, la Giostra della Stella di Bagno a Ripoli, la Giostra della Rocca di Monselice e la Quintana Cybea di Massa oltre che in varie Quintane all’anello dei circuiti Fise e Fitetrec-Ante. 

La Giostra di Calvi si corre dal 1982 nella pista situata all’interno del campo sportivo comunale che, per una giornata, si trasforma nel Campo de li giochi dove i quattro Cavalieri delle Contrade Fiamme, Castello, Croce e Drago si affrontano in avvincenti duelli a cavallo per ottenere l’ambito Palio. Il regolamento prevede che ad ogni tornata si affrontino due cavalieri che, entro un tempo massimo di 2 minuti, devono entrare negli stalli di partenza che, tramite un dispositivo elettronico, saranno aperti dal Maestro di Campo per dare il via alla tornata. I cavalieri dovranno colpire tre bersagli del diametro di 8 centimetri posti su una sagoma con due bracci con dispositivo di sgancio a bilanciere che permette al cavaliere che colpirà per primo il proprio bersaglio di farlo cadere all’avversario. Al termine della tenzone risulterà vincitore il cavaliere che, sommando i punti dei bersagli validi colpiti e togliendo le eventuali penalità, avrà ottenuto il maggior punteggio. La sera che precede la Giostra delle Contrade, nella Chiesa Di S. Maria Assunta, avviene l’Investitura dei Cavalieri giostranti da parte del Priore della Contrada e la benedizione del Parroco alla presenza del Corteo Storico.







martedì 10 maggio 2016

Urso? No, Selmonson!


Grande "scoop" ieri sera alla prima puntata di "Per reverentia et devotione". Nel mezzo della puntata abbiamo intervistato Mario Giacomoni, cavaliere per circa dieci anni alla Quintana di Ascoli Piceno. Inizialmente come "secondo" di Ricci, successivamente per diversi anni cavaliere titolare della Piazzarola. Insomma, noi siamo stati sempre abituati, nelle nostre "gare" di memoria sull'albo a recitare: 1977, Mario Giacomoni su Urso. In realtà non è Urso il cavallo vincitore di quell'edizione ma Selmonson. Parole direttamente uscite da "Marietto" ieri sera in trasmissione. Pertanto ci fidiamo! Tra l'altro per un attimo è sembrato che avessimo fatto una mega "gaffe", in realtà eravamo in buona fede: la trascrizione di diversi albi riporta la scritta "Urso" sul vincitore della giostra del 1977 per il sestiere della Piazzarola. Tornando a prima: si, facciamo le "gare" di memoria cercando di ricordare i vincitori dell'albo. Certamente non siamo normali, ma credo che nel nostro essere "anormali" facciamo nel nostro piccolo un atto importante: ricordare ciò che c'è stato e renderlo vivo ai giorni nostri. In poche parole "Rievocare". E' un modo per rendere più umana la forbice tra passato e presente. Ieri sera, i trenta minuti di Mario Giacomoni, sono stati un piacevole viaggio nel tempo che ci ha insegnato davvero tanto!


Serafino D'Emidio

lunedì 9 maggio 2016

Ospiti d'eccezione per la prima puntata di 'Per Reverentia et Devotione'





La Quintana di Ascoli torna in radio. Stasera alle 21,30 i microfoni di Radio Ascoli si accenderanno per aprire ufficialmente "Per Reverentia et Devotione", il nuovo programma sulla giostra cavalleresca più bella d'Italia. Nato dal connubio tra la radio ufficiale della Quintana e lo staff del Quintanaro Moderno "Per Reverentia et Devotione" vi terrà compagnia durante tutto il periodo estivo e soprattutto in quello invernale, permettendovi così di vivere la Quintana 365 giorni l'anno.

Nella puntata di stasera si entrerà subito nel vivo della rievocazione con alcuni ospiti d'eccezione. Interverranno Massimo Massetti, presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana di Ascoli, Mario Giacomoni, ex cavaliere della Piazzarola, e Amedeo Lanciotti, nuovo caposestiere dell'arme biancorossa. Ci sarà parecchia carne al fuoco. Infatti con loro si parlerà delle nuove cariche elette nel Consiglio degli Anziani, nel Comitato degli Esperti, delle modifiche apportate al regolamento antidoping, della regolamentazione delle taverne di sestiere, della Corsa all'Anello di Narni che si è corsa ieri e del nuovo cavaliere della Piazzarola Nicholas Lionetti.

Condotto da Massimiliano Mariotti, Serafino D'Emidio e Matteo Mariotti, membri dello staff del Quintanaro Moderno, e con la regia di Fabio Bostik “Per Reverentia et Devotione” potrà essere seguito sulle frequenze radio 103,00 e sul digitale terrestre canale Rtm opzione audio-lingua 2 e in real audio sul sito www.radioascoli.it accessibile da ogni pc e cellulare.









Narni: Fraporta torna al successo dopo 12 anni, Diafaldi ancora miglior cavaliere



i cavalieri di Fraporta pronti a singolar tenzone - foto Quintanaro Moderno
riproduzione riservata



Spesso tra i due litiganti il terzo gode, ed è proprio così che è andata ieri pomeriggio allo stadio San Girolamo, dove si è disputata la XLVIII° edizione della Corsa all'Anello di Narni. A trionfare è stato il Terziere di Fraporta che è riuscito ad operare il sorpasso finale con 190 punti. Alle sue spalle Santa Maria con 180, terzo invece Mezule a 160. Grazie a questo successo, oltre a salire a quota 9 nell'albo d'oro di giostra, Fraporta è riuscito a spezzare un digiuno di vittorie che durava da ben 12 anni. Secondo L'inizio era stato dei migliori per i rossoblù, subito in testa alla prima tornata con Jacopo Rossi: l'ex cavaliere di Sant'Emidio era riuscito a conquistare 75 punti. Ma nella seconda tornata un super Diafaldi (per il secondo anno consecutivo miglior cavaliere della Corsa all'Anello) aveva subito rimesso tutti in riga portando Santa Maria davanti a tutti. 

Con una seconda tornata molto deludente di Paolo Palmieri, addirittura Fraporta era scivolato in terza posizione facendosi scavalcare da Mezule. Per riuscire a portare a casa la vittoria ai rossoblù serviva una tornata super di Alessandro Scoccione che, unita anche ad un colpo di scena, avrebbe potuto riaprire i discorsi. E proprio così alla fine è scaturito il trionfo di Fraporta. A spianare la strada dei tre cavalieri rossoblù, la caduta del terzo cavaliere di Santa Maria. Nel primo dei ultimi due scontri Marco Elefante invece di gestire il cospicuo vantaggio, aveva provato a chiudere col botto sparando la sua Rosa dei Venti a tutta velocità. Il suo azzardo alla fine è costato carissimo sia a lui che al suo Terziere. Totalizzando 0 punti al primo scontro con Fraporta e perdendo anche il secondo contro Mezule alla fine Santa Maria ha dovuto abbandonare i suoi sogni di gloria. 

Alla fine della giostra è esplosa così l'incontenibile gioia del popolo rossoblù che ha festeggiato insieme ai propri cavalieri. Ancora una volta la Corsa all'Anello di Narni ha offerto una bellissima gara, uno splendido spettacolo e un tripudio di colori che unito al clima di festa ha permesso davvero a tutti gli spettatori presenti di tornare indietro di molti secoli.  



Qui sotto il riepilogo completo dei punteggi relativi a tutti gli scontri delle tre tornate.



SCONTRI I° TORNATA

FRAPORTA (Jacopo Rossi su Lady Narnia): anelli 2, penalità 0, punti 30
SANTA MARIA (Diego Cipiccia su Tirisondola): anelli 1, penalità 0, punti 15

SANTA MARIA (Diego Cipiccia su Tirisondola): anelli 3, penalità 0, punti 45
MEZULE (Federico Minestrini su Notte Fatale): anelli 2, penalità -5, punti 25

MEZULE (Federico Minestrini su Notte Fatale): anelli 2, penalità 0, punti 30
FRAPORTA (Jacopo Rossi su Lady Narnia): anelli 3, penalità 0, punti 45

CLASSIFICA PROVVISORIA DOPO LA I° TORNATA

1 - FRAPORTA 75 punti

2 - SANTA MARIA 60 punti

3 - MEZULE 55 punti


SCONTRI II° TORNATA

SANTA MARIA (Marco Diafaldi su Pianeta): anelli 3, penalità 0, punti 45
MEZULE (Fabrizio Fani su Selavalava): anelli 2, penalità 0, punti 30

MEZULE (Fabrizio Fani su Selavalava): anelli 2, penalità 0, punti 30
FRAPORTA (Paolo Palmieri su Receptivo): anelli 2, penalità -15, punti 15

FRAPORTA (Paolo Palmieri su Receptivo): anelli 1, penalità 0, punti 15
SANTA MARIA (Marco Diafaldi su Pianeta): anelli 3, penalità 0, punti 45

CLASSIFICA PROVVISORIA DOPO LA II° TORNATA

1 - SANTA MARIA 150 punti

2 - MEZULE 115 punti

3 - FRAPORTA 105 punti


SCONTRI III° TORNATA

MEZULE (Cristiano Liti su Ibiza): anelli 2, penalità -15, punti 15
FRAPORTA (Alessandro Scoccione su London Eye): anelli 3, penalità -5, punti 40

FRAPORTA (Alessandro Scoccione su London Eye): anelli 3, penalità 0, punti 45
SANTA MARIA (Marco Elefante su Rosa di Corte): tornata nulla per la caduta del cavaliere

SANTA MARIA (Marco Elefante su Rosa di Corte): anelli 2, penalità 0, punti 30
MEZULE (Cristiano Liti su Ibiza): anelli 3, penalità 0, punti 45

CLASSIFICA FINALE

1 - FRAPORTA 190 punti

2 - SANTA MARIA 180 punti

3 - MEZULE 160 punti



Massimiliano Mariotti














domenica 8 maggio 2016

Inaugurata l'edizione 2016 della mostra 'Si dia inizio al Torneamento'





E' stata inaugurata venerdì nella “Sala del Coro” del Monastero del Convento delle Suore Orsoline a Palazzo Ferrini di Calvi dell’Umbria (TR) l’edizione 2016 della mostra “Si dia Inizio al Torneamento – Giostre, Quintane e Palii d’Italia”, ideata e curata dall’aretino Roberto Parnetti, che mette in esposizione 28 tra le più importanti manifestazioni storiche cavalleresche italiane. Allestita con la collaborazione della Pro Loco di Calvi del Palio delle Contrade e con la collaborazione del Comune di Calvi, l’iniziativa aprirà i festeggiamenti per la Festa di San Pancrazio che avranno il loro culmine con la disputa della 34ma ed. del Palio delle Contrade che si correrà domenica 15 maggio. La mostra, unica nel suo genere in ambito nazionale, è giunta all’ottava edizione e nella sala allestita per l’occasione il visitatore potrà fare un vero e proprio tour delle Giostre, Quintane e Palii che ogni anno animano le piazze delle città sedi di rievocazioni cavalleresche: da Arezzo a Foligno, da Piazza Armerina a Feltre, da Ascoli ad Oristano ecc. ecc.

Un caleidoscopio di colori con le bandiere, i foulard ma anche i manifesti e pannelli fotografici; vi sono poi 14 lance, a rappresentare le varie tipologie utilizzate nelle Giostre e Quintane, ed infine oggetti e ceramiche delle singole città. La mostra resterà aperta fino al 29 maggio.









Foligno: Paolo Margasini sfida un centauro nello spot della Moto Guzzi



foto ente autonomo Giostra della Quintana di Foligno


La Giostra della Quintana di Foligno sarà protagonista dello spot Sky che andrà in onda il 21 Maggio prima e dopo la sessione di prove ufficiali e prima della gara di MotoGP del Mugello. Il tema dello spot sarà una sfida tra un centauro e un cavaliere della giostra umbra. Entrambi si troveranno a duellare contro il dio Marte per presentare la nuova Moto Guzzi V9 Bobber. Nelle scene registrate venerdì pomeriggio dalla troupe televisiva guidata da Mattia Rossi (regista modenese), Riccardo Piergentili (campione ternano di motociclismo) ha sfidato il plurivincitore Paolo Margasini a singolar tenzone. 



foto ente autonomo Giostra della Quintana di Foligno


In palio i favori della splendida dama Diletta Bertini. Le scene sono state inizialmente girate sotto il portico delle Conce, dove è stata lanciata la sfida, poi sono proseguite al campo prove dell'aeroporto di Foligno. Lì è stata gara allo stato puro. I due infatti si hanno dovuto affrontare una tornata ciascuno. Ad aprire gli assalti è stato Margasini, ex cavaliere di Porta Solestà, in sella al suo destriero. Dopodiché è stata la volta di Riccardo Piergentili, che ha risposto al folignate sprigionando tutti i cavalli della sua potente V9 Bobber. L'unico inconveniente per lui è stato il dover infilare gli anelli seduto sulla sua moto. Impossibile rivelare chi alla fine è riuscito ad aggiudicarsi le benevolenze della dama. Infatti sarà possibile conoscere il vincitore solo guardando lo spot in tv.  



foto ente autonomo Giostra della Quintana di Foligno


Le repliche previste saranno trenta e andranno in onda sulla piattaforma Sky. Inoltre la Quintana di Foligno e la Moto Guzzi troveranno spazio anche sul web nel sito del Corriere dello Sport, noto quotidiano sportivo nazionale.




Massimiliano Mariotti













sabato 7 maggio 2016

C'è Lionetti che non ti aspetti, ma c'è stato ancor di più!




Avete presente quel sapore di "ribalta" che accompagna ogni stranezza inaspettata che si verifica di sussulto come una gioiosa sorpresa all'interno delle competizioni agonistiche? Di cosa sto parlando? Sto parlando di situazioni in cui nessuno si sarebbe aspettato andasse così. Faccio degli esempi concreti: il Leicester di mister Ranieri, che ha nell' anti-eroe Vardy il suo pilastro; la Grecia che vinse l'europeo di calcio nel 2004 in barba alle nazionali francese, ceca e portoghese zeppe di campioni plurititolati; Juri Chechi che a 35 anni suonati e dopo aver appeso gli anelli al chiodo torna ad essere medaglia di Bronzo ad Atene 2004; Marino Basso che vince il Mondiale di Ciclismo in barba a tutti nel 1972 e tra i "tutti" c'era anche Eddy Merckx.

Di recente nella nostra giostra abbiamo assistito alla vittoria all'esordio di Emanuele Capriotti nel 2003, da terzo cavaliere del sestiere rosso-azzurro di Porta Romana in un lampo vincitore di Giostra; la vittoria all'esordio di Massimo Gubbini nel Luglio 2008 e il conseguente "cappotto" nella giostra di Agosto dello stesso anno con un emozionante tornata di spareggio con Luca Veneri della Piazzarola. Tante altre ancora sono state le imprese dei binomi in questi lunga storia della Quintana che dura dal 1955.

In un lampo, dall'oggi al domani, al sestiere Piazzarola è al centro dell'attenzione Nicholas Lionetti faentino di 17 anni, figlio di Pasquale Lionetti che ha corso la giostra negli anni 80 con il sestiere di Porta Solestà. Insomma in città, come sempre, nei bar e nei luoghi pubblici molte persone tra una chiacchiera e l'altra iniziano a chiedersi chi corre per questo o quel sestiere. Nel caso della Piazzarola si rimane spesso stupefatti all'apprendere l'età del ragazzo, al quale faccio i miei migliori auguri. Immagino che per Nicholas l'emozione sia grande, in quanto parteciperà in giovane età ad una delle giostre più importanti d'Italia.

Vorrei in ogni caso ricordare un altro esempio particolare e curioso che fa parte della nostra storia di Giostra, ma non del periodo della rievocazione storica, che parte dal 1955. Fa parte invece del periodo precedente, cioè che va dal XIV al XVII sec, periodo di anni in cui abbiamo i documenti ufficiali su come si è svolta mano a mano la Giostra. 

Nel 1462 il titolato conte bolognese Lodovico Malvezzi partecipò alla Giostra ad Ascoli Piceno in onore di Sant'Emidio, che in quella seconda parte di secolo era una giostra all'anello e perse contro "un giovane cavaliere" mai visto sul campo di gara. Grande gioia del popolo per la vittoria inaspettata e grande la sorpresa al momento della vittoria: il "ragazzo" si liberò delle vesti di giostra e si scoprì che di "ragazzo" non si trattava. Era una ragazza: Menichina Soderini. Si narra, si dice, si racconta e qualche volta si trova qualche traccia di questa storia soprendente sulle fonti ufficiali, ma in quota parte rimane nell'ambito della leggenda. In ogni caso mi piace pensare che la cosa più bella della Giostra della Quintana è proprio quella componente di sorpresa che sbaraglia tutti i nostri piani. Quell'anelito di speranza che diventa realtà, scuote il cuore e trasforma la vita di un popolo sestierante. E perchè no, qualche volta il mio pensiero vola e arriva a concepire quanto potrebbe essere sorprendente e poetico un 17enne che vince la Giostra! 

Serafino D'Emidio 

giovedì 5 maggio 2016

La Quintana torna su Radio Ascoli con "Per Reverentia et Devotione"







Dalla preziosa collaborazione tra lo staff del Quintanaro Moderno e Radio Ascoli nasce “Per Reverentia et Devotione”, il nuovo appuntamento radiofonico dedicato alla Giostra ascolana. La Radio della Quintana così continuerà dunque a tenere i microfoni accesi sulla realtà che vive all'interno dei sei sestieri anche nei mesi invernali tra prove, riunioni e decisioni importanti che determinano le due giostre estive. Questo sarà l'appuntamento che terrà compagnia a tutti i quintanari e appassionati della giostra cavalleresca più bella e avvincente d'Italia: la Quintana di Ascoli. Informazione, news, ospiti e approfondimenti vi accompagneranno in un fitto calendario di appuntamenti che prenderà il via lunedì 9 Maggio alle 21,30, e che poi continuerà a tenervi compagnia durante il periodo estivo, e soprattutto in quello invernale per permettere di vivere la Quintana 365 giorni l'anno. 

Condotto da Massimiliano Mariotti, Serafino D'Emidio e Matteo Mariotti, membri dello staff del Quintanaro Moderno, e con la regia di Fabio Bostik “Per Reverentia et Devotione” potrà essere seguito sulle frequenze radio 103,00 e sul digitale terrestre canale Rtm opzione audio-lingua 2 e in real audio sul sito www.radioascoli.it accessibile da ogni pc e cellulare. Nella prima puntata si entrerà subito nel vivo delle novità che hanno contraddistinto questo caldo inverno quintanaro. Dal rinnovo delle cariche nel Consiglio degli Anziani, nel Comitato degli Esperti e nei Sestieri, all'adozione dei nuovi regolamenti antidoping e statuto di sestiere. Seguendo costantemente la pagina ufficiale Facebook “Per Reverentia et Devotione” sarà possibile seguire le ultime novità relative alle tematiche affrontate e agli ospiti presenti in studio. Inoltre va ricordato che, sempre attraverso la pagina Facebook del programma, sarà possibile rivolgere le proprie domande agli ospiti ed interagire direttamente sia con loro che con i conduttori della trasmissione, esprimendo il proprio parere sulle questioni via via affrontate di puntata in puntata.












mercoledì 4 maggio 2016

Narni: tutto pronto per la XLVIII° Corsa all'Anello



foto pagina ufficiale Facebook Corsa all'Anello di Narni



E' tutto pronto a Narni per la XLVIII° Corsa all'Anello. Domenica pomeriggio allo stadio San Girolamo, che diventerà 'Lo campo del i Giochi', i cavalieri dei Terzieri di FraPorta, Santa Maria e Mezule si sfideranno per aggiudicarsi l'ambito Palio. Il fitto calendario di eventi prosegue a pieno ritmo in questi giorni che precedono la giostra. I cavalieri e i loro destrieri hanno già saggiato il terreno di gara nelle prove ufficiali e sono pronti a duellare per difendere i colori dei rispettivi Terzieri. Sarà una lotta di abilità e destrezza senza esclusione di colpi. 



foto pagina ufficiale Facebook Corsa all'Anello di Narni


Stasera, domani e giovedì si svolgeranno le caratteristiche benedizioni dei cavalieri giostranti, scandite in tre sere (una relativa ad ogni Terziere). Il cerimoniale rappresenterà uno dei momenti più emozionanti della rievocazione umbra. Ad aprire le danze saranno Edoardo Secondi, Jacopo Rossi, Paolo Palmieri e Alessandro Scoccione, portacolori di FraPorta. La cerimonia sarà officiata da don Sergio Rossi e si svolgerà nella chiesa di San Francesco. I cavalieri leggeranno il giuramento al capo priore che gli chiederà di correre per difendere il vessillo del Terziere di appartenenza. Il tutto sarà accompagnato da un canto gregoriano. Dopodiché i cavalieri raggiungeranno la cattedrale dove doneranno tre rose, ricevute per mano della dama dell'anello, a San Giovenale in segno di devozione. 

Domani invece sarà la volta di Diego Cipiccia, Marco Diafaldi e Marco Elefante, cavalieri del terziere Santa Maria. Infine venerdì con Fabrizio Fani, Cristiano Liti e Federico Minestrini, portacolori del Terziere Mezule si concluderà il rituale della benedizione dei cavalieri giostranti. Tutti e tre rappresentano vecchie conoscenze della Quintana di Ascoli. 




Poi scatterà ufficialmente l'ora della competizione. Sarà gara allo stato puro, un'avvincente sfida di velocità e precisione che sancirà il Terziere vincitore e il miglior cavaliere della Corsa all'Anello. Nel frattempo ieri pomeriggio Federico Minestrini ha conquistato per il Terziere Mezule la Corsa all'Anello storica, disputata come di consueto in piazza dei Priori.


Massimiliano Mariotti













Sestiere Piazzarola: il "I° torneo dell'Aquila"






Il Sestiere Piazzarola con il patrocinio del Comune di Ascoli Piceno e in collaborazione con la F.I.SB., organizza per il giorno 4 Giugno 2016 il “1°Torneo dell'Aquila” presso la propria sede di via Sant'Angelo Magno. 

Specialità previste in gara, che verranno giudicate da regolare giuria federale, sono: Singolo, Coppia, Piccola squadra e Musici.

Sarà possibile iscriversi entro il 25 Maggio inviando una mail a: info@sestierepiazzarola.com 



Programma del Torneo: 

ore 11:00 Arrivo dei gruppi al Sestiere 
ore 11:30 Inizio Gara coppia 
ore 13:00 Pausa pranzo 
ore 16:00 Ripresa del torneo con le specialità di Singolo, Piccola Squadra e Musici 
ore 19:30 Aperitivo in giardino 
ore 20:00 Cena presso la sede del Sestiere con premiazione 
ore 23:00 Festa 

Sarà possibile mangiare, con prenotazione obbligatoria, all'interno del Sestiere ad un costo che a breve comunicheremo, saranno previsti pacchetti vantaggiosi per chi usufruirà di entrambi i pasti.  A breve verranno comunicate istruzioni sul percorso consigliato per raggiungere la sede con relative zone parcheggio. Sono previsti pacchetti per il pernotto nella notte seguente il torneo. 

Per ulteriori informazioni o chiarimenti contattare: Giorgio Bonelli - 3475079200








"Si dia inizio al Torneamento": venerdì l'inaugurazione della mostra 2016







Sarà inaugurata venerdì 6 maggio alle ore 18,00 nella “Sala del Coro” del Monastero del Convento delle Suore Orsoline a Palazzo Ferrini di Calvi dell’Umbria (TR) l’edizione 2016 della mostra “Si dia Inizio al Torneamento – Giostre, Quintane e Palii d’Italia”, ideata e curata dall’aretino Roberto Parnetti, che mette in esposizione 28 tra le più importanti manifestazioni storiche cavalleresche italiane. Allestita con la collaborazione della Pro Loco di Calvi del Palio delle Contrade e con la collaborazione del Comune di Calvi, l’iniziativa aprirà i festeggiamenti per la Festa di San Pancrazio che avranno il loro culmine con la disputa della 34ma ed. del Palio delle Contrade che si correrà domenica 15 maggio. La mostra, unica nel suo genere in ambito nazionale, giunge all’ottava edizione e nella sala allestita per l’occasione il visitatore potrà fare un vero e proprio tour delle Giostre, Quintane e Palii che ogni anno animano le piazze delle città sedi di rievocazioni cavalleresche: da Piazza Armerina a Feltre, da Ascoli ad Oristano passando per Arezzo, Foligno, Sulmona ecc ecc. 

Un caleidoscopio di colori con le bandiere, i foulard ma anche i manifesti e pannelli fotografici; vi sono poi 14 lance, a rappresentare le varie tipologie utilizzate nelle Giostre e Quintane, ed infine oggetti e ceramiche delle singole città Il programma delle cerimonia di inaugurazione prevede alle ore 18:00, nella sala consiliare del Comune di Calvi, i saluti e gli interventi del Sindaco Guido Grillini e dei massimi responsabili della Pro Loco e del Palio delle Contrade. Seguirà la proiezione di un filmato celebrativo quindi il taglio del nastro, con una rappresentanza in costume del Palio delle Contrade di Calvi e della Giostra dei Rioni di Olmo, e la visita guidata. Alle ore 20,00 si svolgerà infine un banchetto medievale alla “Taverna del Monastero”. La mostra resterà aperta fino al 29 maggio.











lunedì 2 maggio 2016

Monterubbiano: ufficializzati i cavalieri, domenica il sorteggio




Francesco Scattolini, vincitore di cinque edizioni consecutive dal 2010 al 2014 
per la corporazione degli Artisti
(foto Alessandra Murani)


Ormai ci siamo. Manca davvero poco per l'edizione 2016 della Giostra dell'anello di Monterubbiano 'Sciò la Pica', che si disputerà domenica 15 Maggio. L'Associazione Armata di Pentecoste in collaborazione con l'Associazione Giostre Medioevali, intanto hanno ufficializzato i nomi dei cavalieri che domenica 8 saranno sorteggiati per essere abbinati alle quattro corporazioni (Artisti, Mulattieri, Bifolchi e Zappaterra). La cerimonia si svolgerà alle 17,30 nella Sala Consiliare del Comune di Monterubbiano. 

Si tratta del recanatese Riccardo Raponi, (cavaliere del Rione Croce Bianca di Foligno, del Borgo Pacentrano di Sulmona e riserva del Sestiere di Porta Romana di Ascoli), del folignate Stefano Antonelli (cavaliere di riserva del Rione Spada di Foligno), del ternano Cristiano Liti (cavaliere del Terziere Fra Porta di Narni, del Rione Piazza di San Gemini e vecchia conoscenza del Sestiere Piazzarola di Ascoli), e dei faentini Michele Bussi e Matteo Tabanelli. Entrambi cavalieri del Rione Nero del Palio del Niballo di Faenza. 


Massimiliano Mariotti 













Giochi:

Corse dei Cavalli - Stay the Distance

Le corse dei cavalli! Quanta adrenalina! e che divertimento! Siete pronti per scendere in pista? Allora scegliete il vostro cavallo in base alle sue caratteristiche e alle quotazioni, ricordando che un cavallo meno quotato sarà più difficile da condurre alla vittoria, ma avrà un bonus di punti molto più alto. A questo punto guidate il vostro destriero con le FRECCE direzionali, usate la SPACEBAR per saltare le siepi e il CTRL per il turbo (ne avrete 3 a disposizione). Tenete inoltre sempre d'occhio, in alto a destra, la curva verde della distanza e quella rossa dell'energia, che dovrete dosare e conservare attentamente!

Giochi by Flashgames.it

Avalon Siege

Allineate i cannoni e preparatevi ad una dura e lunga battaglia in questo gioco d'abilità e combattimento a turni. Conquistate tutti i regni nell'isola attaccando con il vostro cannone. Fate fuoco fino a distruggere tutti gli avamposti avversari per andare avanti nei livelli del gioco. Usate 6 tipi di munizioni per spazzare via tutti i regni per diventare il re assoluto! Si gioca con il MOUSE: muovetelo per scegliere l'angolo di tiro e fate fuoco con il click sinistro.

Giochi by Flashgames.it

Archerland

I vecchi turret defense si sono evoluti: in questo gioco infatti, non solo dovrete difendervi dagli attacchi nemici, ma dovrete anche pensare alla costruzione della vostra città, con tutte le infrastrutture che servono ad essa! Tenete lontani gli intrusi dal vostro castello ponendo catapulte, cannoni e arcieri lungo il percorso. Aggiungete vari edifici attorno alla vostra fortezza per produrre così risorse e rafforzare la vostra difesa. Si gioca con il MOUSE. Sulla destra avrete il bilancio delle vostre risorse, con gli elementi da posizionare sulla mappa. Cliccate su Next day per proseguire nell'avventura.

Giochi by Flashgames.it

Il Regno - Battle of Lemolad

Il Regno di Lemolad è molto conteso, ed anche voi ci avete messo gli occhi sopra. Per conquistarlo dovrete imbastire una campagna militare; dunque create il vostro esercito e date l'assalto alle terre circostanti. Usate le vostre abilità per costruire una città ed addestrare i vostri uomini con le risorse provenienti da essa, poi passate ad attaccare il nemico. Invadete i castelli nemici, aggiornate le vostre truppe con soldati, arcieri, cavalieri ed usate la magia con i vostri maghi. Ci sono 5 diversi tipi di risorse: cibo, legno, pietra, ferro e oro. La magica sfera verde è utile per attaccare i nemici. Con il MOUSE scambiate le posizioni delle risorse e fate combinazioni di tre o più elementi per assicurarvi la conquista di quelli necessari per la vittoria.

Giochi by Flashgames.it

La Briscola

Che ne dite di una partita a Briscola? Voi contro il computer, un mazzo di 40 carte suddiviso in 4 semi, e 120 punti disponibili per ogni partita: come nella realtà, il vincitore sarà chi riuscirà a totalizzarne almeno 61. Il valore delle carte è il seguente: la carta più alta è l'asso, seguita dal tre, il re, il cavallo e il fante... poi seguono il 7, 6, 5, 4, 2 (che però non danno punti). La carta di valore superiore prende quella inferiore, ad eccezione del seme della Briscola che vince su tutti gli altri. Quando si giocano due carte di seme diverso, di cui nessuna sia di briscola, vince sempre la prima carta giocata. Per giocare cliccate sulla carta da lanciare con il MOUSE, chi vince la mano tira per primo.

Giochi by Flashgames.it

Castle Crusade

Diventate i dominatori di Castle Crusade, un eccitante gioco di strategia che vi vedrà alla guida di un regno che nasce nel bel mezzo di una foresta. Conquistate i diversi castelli rossi presenti nelle vostre terre ed espandete il controllo su un'area più vasta. Disboscate l'area per ottenere legna preziosa: vi tornerà utile per acquistare aggiornamenti per le vostri castelli, al fine di fortificare le difese, e per produrre nuove truppe da inviare all'attacco. Si gioca con il MOUSE.

Giochi by Flashgames.it

Da Vinci Cannon

Lenoardo da Vinci è stato il più grande genio inventore della storia, ma alcuni suoi progetti si sono persi con il tempo. Riscoprite un'incredibile arma medievale, il Cannone Da Vinci, in questo gioco ispirato a Crush The Castle. Selezionate la potenza del congegno, l'angolo di tiro e abbattete, a suon di cannonate, il castello nemico. Riceverete un riconoscimento (medaglia d'oro, argento o bronzo) in base al risultato conseguito. Si gioca con il MOUSE: quando siete pronti a far fuoco, cliccate su un punto qualsiasi dello schermo per sparare.

Giochi by Flashgames.it

1066 - Guerra Medievale

L'Inghilterra durante il Medioevo fu per anni territorio di scorrerie e devastazioni dei Vichinghi. Il 1066 è la data più famosa della storia inglese: ossia quando Normanni guidati da Guglielmo il Conquistatore sconfissero l'esercito vichingo-sassone che da secoli occupava l'Inghilterra. Rivivete le epiche vicende di Hastings: prendete controllo dell'esercito sassone, di quello vichingo o di quello normanno e lanciatevi nella battaglia che ha cambiato la storia inglese. Cosa sarebbe successo se voi foste stati al comando delle truppe? Il gioco vi butta al centro dell'azione dandovi pieno controllo per ogni freccia scagliata, carica di cavalleria e posizione di difesa assunta dal vostro esercito. Una visuale suggestiva e un'animazione drammatica vi fornirà un ritratto distintivo di una vera guerra medioevale. Usate il MOUSE per giocare.

Giochi by Flashgames.it

Guerre Medievali - Medieval Wars

La morte del Re ha aperto il conflitto tra le due fazioni avversarie per succedere al trono vacante. Schieratevi e scendete in guerra! Medieval Wars è un gioco strategico a turni, più complesso del Risiko ma più facile e intuitivo di Axis & Allies. Sul campo di gioco esagonale mettete alla prova le vostre abilità di tattici di guerra: per avere la meglio sull'avversario, occorrerà studiare per bene qualsiasi mossa. Si gioca con il MOUSE. Cliccate sugli esagoni per muovere il vostro esercito. In basso a sinistra viene indicato il numero di mosse che potete effettuare ad ogni turno. Quando affrontate un avversario in un combattimento, il lancio dei dadi stabilirà il vincitore dello scontro.

Giochi by Flashgames.it

Seasons of War

L'eterna lotta tra uomini e orchi è giunta all'epilogo finale. Preferite l'alleanza umana di Re Dionisus I, guidata dal Principe Alessandro VIII, oppure le malvage forze di Darklord condotte dal negromante Methus Kardec? Scegliete con chi schierarvi perché la lotta sarà durissima! Season of War è un RPG basato su Warcraft. Sviluppate rapidamente la vostra civiltà: da vincere ci sono ben 7 battaglie. Distruggete l'avversario fino ad arrivare a dominare il mondo e scrivere così glieventi della storia. I controlli sono molto semplici e basati click del MOUSE.

Giochi by Flashgames.it

King Of Hill

Difendete ad ogni costo il vostro castello dagli attacchi degli invasori, se volete restare i Re della Collina. Gli agguati arriveranno da ogni direzione e avrete bisogno di olio bollente e palle infuocate da lanciare con la catapulta se volete far indietreggiare il nemico. Avrete a disposizione 4 torrette con le catapulte (e dunque 4 vite) con cui dovrete attaccare il nemico, ma che dovrete stare attenti a preservare se non volete morire. Clikkate con il MOUSE sulla catapulta che volete usare per direzionare il tiro e, con il tasto del mouse premuto, indietreggiate per dosare la potenza del lancio... poi rilasciate per sparare. Per usare contemporaneamente tutte le cataplute cliccate sulla bandiera al centro del castello. Usate invece le FRECCE direzionali per lanciare l'olio bollente dalle mura del castello.

Giochi by Flashgames.it

L'Assedio - The Great Siege

Il Signore Oscuro ha inviato i suoi servi nella vostra città per uccidere anche gli ultimi superstiti. Siete tutti in pericolo, ma non potete restare a guardare le vostre case sprofondare nell'ombra di un altro abisso. E allora caricate i vostri cannoni, azionate la catapulta, e marciate attraverso le porte per scacciare l'assedio nemico, in questo splendido gioco di guerra. Per giocare con il Mouse: cliccate e trascinate la testa della Catapulta per regolare l'obiettivo, rilasciare il mouse per far fuoco. Per giocare con la Tastiera: utilizzare le FRECCE direzionali SU + GIU per regolare l'obiettivo della catapulta, e la SPACEBAR per sparare. Nel Market, è possibile convertire i punti bonus in diverse risorse. La maggior parte delle costruzioni e delle armi in questo gioco può essere aggiornata. Tasti di scelta rapida. City Mode: [M] Mercato [B] Costruire Battle Mode: [A] Pannello di costruzione dell'Esercito, [S] Invia Esercito, [D] Pannello di Comando Esercito.

Giochi by Flashgames.it

Troy

LA città di Troia è sotto attacco. Le mura sono invase dagli Achei: a voi il compito di combattere e respingere gli invasori in questo gioco di difesa. Posizionate le truppe difensive, selezionate le unità terrestri e gli arcieri da utilizzare in battaglia e preparatevi a contrastare l'attacco nemico. Riuscirete a non far cadere la città di Troia? Riscrivete la storia e il vostro nome diventerà leggenda! Per giocare lanciate i dardi infiammati selezionando con le FRECCE direzionali l'angolo di tiro, e scoccate il tiro con la SPACEBAR.

Giochi by Flashgames.it

Epic War 3

Scendono in campo gli eroi con Epic War 3! Fazioni nemiche sono in guerra tra loro e a voi spetta il compito di ristabilire l'ordine, ovviamente sotto il vostro controllo. :-) Scegliete dunque l'eroe con cui scendere in campo e sconfiggete i vostri avversari in una dura battaglia per la conquista del territorio. Per farlo avrete bisogno di una strategia vincente: dovrete costruire e armare il ponte, scegliere un castello di confine per poter combattere, e potenziare ad ogni cambio turno le vostre carte per difendervi. Si gioca con il MOUSE. Durante la battaglia usate le FRECCE direzionali per scorrere la visuale. Le unità di combattimento verranno generate in automatico ma in qualunque momento potrete selezionarle per muoverle in un punto desiderato. Per usare le Carte Abilità basterà cliccarci sopra. Vi consigliamo comunque di leggere l'aiuto del gioco per istruzioni più dettagliate e scorciatoie da tastiera.

Giochi by Flashgames.it

Age of Kingdom

Provate le vostre abilità nell'imperdibile gioco di ruolo a turni Age of Kingdom! Ambientato nel medioevo, il gioco è diviso in due parti: nella fase building dovrete costruire il vostro impero producendo oro e soldati, mentre in quella battle, dovrete combattere contro nemici agguerriti per mantenerlo in vita. Ogni edificio produrrà risorse che servono allo sviluppo della vostra nazione, dalla popolazione civile al cibo, dall'oro ai materiali, dalla tecnologia alla costituzione di un esercito di soldati per proteggere il regno. Tutte le statistiche su queste risorse saranno visualizzabili in alto a sinistra. Si gioca con il MOUSE: scegliete dove far sorgere il vostro regno e trasformatelo al più presto in un florido impero, combattendo contro gli avversari.

Giochi by Flashgames.it

L'assalto - The Horde

Orde assassine stanno attaccando la vostra terra. Sanguinanti e quasi sconfitti, avete raggruppato le forze nell'unica regione che resta libera. E' tempo di combattere e e cercare di scacciare via dal vostro territorio questi nemici, che diventeranno sempre più forti e difficili da affrontare. Salvate dunque la vostra gente ed evitate che muoia o sia ridotta in schiavitù. Con il MOUSE posizionate le vostre torri di difesa lungo il sentiero ed evitate che i nemici arrivino al vostro cuore. Per ogni invasore ucciso avrete dei soldi che potrete spendere nell'acquisto di nuove postazioni più efficienti a contrastare le ondate sempre più insistenti.

Giochi by Flashgames.it