giovedì 30 luglio 2015

Il Vescovo non sfilerà




Nel programma diocesano degli appuntamenti del Vescovo Giovanni D'Ercole risulta che il 2 Agosto 2015, sua Eccellenza celebrerà la S.Messa in Cattedrale.
Viene spontanea la domanda: sfilerà o non sfilerà il Vescovo? Sembra di no, perchè crediamo sia molto difficile iniziare la sfilata alle 15.00 e successivamente celebrare la S.Messa in contemporanea alle battute finali della Giostra o alla sfilata di ritorno.

Serafino D'Emidio

mercoledì 29 luglio 2015

Questa sera, le prove dei figuranti.




Le Prove Generali dei Figuranti, inizialmente programmate per Martedì 28 alle ore 21.00, si terranno invece Mercoledì 29 Luglio alla stessa ora presso il Campo dei Giochi. Il Coreografo Luigi Morganti e il Maestro di Corteo Mirko Isopi coordineranno il Gruppo Comunale, i castelli e i sestieri nei principali momenti che si svolgeranno durante il corteo e la giostra.

(dalla pagina fb di Quintana di Ascoli Piceno)

martedì 28 luglio 2015

Giostra di Sulmona: Marco Diafaldi conquista il successo per Porta Manaresca



Marco Diafaldi di Porta Manaresca- foto arezzoora.it



Finale con vittoria sul filo di lana per la XXI Giostra cavalleresca di Sulmona. Solo un centesimo di secondo ha separato in finale il cavaliere Marco Diafaldi del sestiere di Porta Manaresca che ha battuto Matteo Gianelli del sestiere di Porta Filiamabili, aggiudicandosi il palio 2015. I cavalieri di Manaresca e Filiamabili avevano ottenuto l’accesso in semifinale battendo rispettivamente i cavalieri di San Panfilo, Luca Innocenzi e del Borgo di S.Maria della Tomba, Gioele Bartolucci. Una vittoria quasi pronosticata dallo stesso Diafaldi che venerdi scorso, nella conferenza di presentazione dei sette cavalieri della Giostra, aveva ricordato che il suo porta fortuna era l’anno dispari. “Può darsi che sia stato un buon presagio quello avvertito nella conferenza – ha detto subito dopo la finale Marco Diafaldi – ma sapevo di correre con un cavallo forte”.

(fonte arezzoora.it - Roberto Parnetti)












Quintana di Ascoli: ultimi test al campo dei giochi per i cavalieri




Oggi e domani al campo dei giochi sono previste le ultime sessioni id prova prima della giostra della tradizione di agosto. Dopo le visite veterinarie di stamattina nel pomeriggio sono stati i cavalieri a scendere in pista. A partire dalle 17 ogni sestiere ha a disposizione dei turni liberi da 25 minuti ciascuno. I cavalieri scenderanno in pista secondo il seguente ordine:

MARTEDì 28 LUGLIO SESSIONE POMERIDIANA

17,00 PORTA ROMANA
17,30 PORTA TUFILLA
18,00 PORTA SOLESTA'
18,30 PORTA MAGGIORE
19,00 SANT'EMIDIO
19,30 PIAZZAROLA

MERCOLEDì 29 LUGLIO SESSIONE MATTUTINA

07,00 PORTA ROMANA
07,30 PORTA TUFILLA
8,00 PORTA SOLESTA'
08,30 PORTA MAGGIORE
09,00 SANT'EMIDIO
09,30 PIAZZAROLA

MERCOLEDì 29 LUGLIO SESSIONE POMERIDIANA

17,00 PORTA ROMANA
17,30 PORTA TUFILLA
18,00 PORTA SOLESTA'
18,30 PORTA MAGGIORE
19,00 SANT'EMIDIO
19,30 PIAZZAROLA







lunedì 27 luglio 2015

Progetto Ponti 2015




Quintanaro Moderno e Feye Studio hanno trovato in questa estate una importante sinergia per la realizzazione di un eccellente progetto video: Progetto Ponti 2015.
L'idea è quella di trovare dei punti di contatto tra il mondo della Quintana e quello delle nuove tecnologie.
E' proprio dall'unione delle competenze che nasce questo progetto che ci auguriamo sia il primo di una lunga serie per la storia del nostro blog.
Un DRONE ha già spiccato il volo sopra i disegni di Porta Romana e Piazzarola, scattando instantanee da brivido e regalando sequenze video da prospettive che non avete mai visto. Il DRONE continuerà il suo tour attraverso gli altri quattro sestieri per nuove prospettive quintanare.
La sinergia tra Quintanaro Moderno e Feye Studio è una collaborazione che mira a rivoluzionare la concezione multimediale per quello che riguarda la presentazione della Giostra in città e fuori dalle mura urbane.
Il Quintanaro Moderno Blog, che ormai da anni è un attore principale della vita quintanara on line mette sul piatto la rete dei contatti, del know-how di giostra e delle iniziative quintanare, andando a sottolineare e ad organizzare quali sono i passaggi fondamentali da sottolineare e valorizzare della nostra rievocazione storica.
Feye Studio garantisce un know-how tecnico d'avanguardia, serio ed affidabile che mira ad alzare il livello della rappresentazione multimediale locale. Oltre a dare un contributo di pluralità alle voci multimediali presenti ad Ascoli Piceno. Non è solo multimedia, ma anche creatività e qualità video e fotografica.

Questo è il primo progetto fatto insieme e speriamo ce ne siano tanti altri. Intanto godiamoci lo spettacolo di queste due istantanee "dalla luna".

Serafino D'Emidio

Palio Arcieri 2015: vittoria per Sant'Emidio, Santamaria conquista la "Brocca d'oro"


Il sestiere di Sant'Emidio alza il palio al cielo - Foto Matteo Mariotti
Vince in una gara all'ultima freccia il sestiere di Sant'Emidio superando alla sfida del pendolo il sestiere di Porta Maggiore, fino ad allora al comando. Per il terzo posto la spunta Porta Tufilla che batte allo spareggio il trio di arcieri di Porta Romana che finiscono quarti, ultime due posizioni rispettivamente per Porta Solestà e Piazzarola.

I tiri di bordata in ricordo dell'arciere Filippo De Santis - Foto Matteo Mariotti
La serata è iniziata con i giovani sbandieratori e musici dei sei sestieri che hanno intrattenuto il pubblico fino alle 21 con esibizioni di un quarto d'ora di durata ciascuno. Poi si è arrivati alla competizione vera e propria con l'ingresso della piccola sfilata dei sestieri allo Squarcia per il saluto della Quintana. Le frecce di bordata sono state scoccate in omaggio dell'arciere Filippo De Santis da poco scomparso a cui il pubblico ha dedicato un lungo applauso.

Marco Santamaria vince il premio della "Brocca d'oro" - Foto Matteo Mariotti

Nella sfida della "Brocca d'oro" vince per la prima volta il giovane arciere di Porta Solestà Marco Santamaria, bravo a battere in velocità e precisione l'esperto Claudio Scoppa di Porta Tufilla.

TIRO ALLO SCUDO (in questa specialità ciascun arciere ha a disposizione 5 frecce per colpire il bersaglio):

Gli arcieri schierati durante il tiro allo scudo - Foto Matteo Mariotti
Porta Romana:
Antonio Piccioni 5 punti
Anna Poli 5 punti
Verna Celestini 5 punti

Sant'Emidio:
Giuseppe Capponi 5 punti
Roberto Canala 5 punti
Luigi Sacripanti 5 punti

Porta Maggiore:
Carlo Guaiani 5 punti
Ersilia Panichi 5 punti
Giuseppe Cambiotti 5 punti

Porta Solestà:
Roberto Nardinocchi 4 punti
Emilio D'Angelo 5 punti
Marco Santamaria 5 punti

Piazzarola:
Maurizio Cugnigni 5 punti
Dario D'angelo 1 punto
Fabio Cipollini 5 punti

Porta Tufilla:
Giuseppe Gabrielli 4 punti
Fabio Di Pietro 4 punti
Claudio Scoppa 5 punti


TIRO AL BASTONE (in questa specialità ciascun arciere ha a disposizione 5 frecce per colpire il il fascio di paglia di 20 cm di diametro):

Gli arcieri pronti a tirare al bastone di paglia - Foto Matteo Mariotti
Porta Romana:
Antonio Piccioni 5 punti
Anna Poli 5 punti
Verna Celestini 2 punti

Sant'Emidio:
Giuseppe Capponi 2 punti
Roberto Canala 5 punti
Luigi Sacripanti 3 punti

Porta Maggiore:
Carlo Guaiani 4 punti
Ersilia Panichi 3 punti
Giuseppe Cambiotti 4 punti

Porta Solestà:
Roberto Nardinocchi 2 punti
Emilio D'Angelo 5 punti
Marco Santamaria 5 punti

Piazzarola:
Maurizio Cugnigni 2 punti
Dario D'angelo 3 punto
Fabio Cipollini 5 punti

Porta Tufilla:
Giuseppe Gabrielli 3 punti
Fabio Di Pietro 2 punti
Claudio Scoppa 5 punti

TIRO ALLE TAVOLETTE (in questa specialità ciascun arciere ha a disposizione 5 frecce per colpire 5 brocche di dimensione diversa: 2 da 20 cm, 2 da 15 cm e 1 da 10 cm):

Il tiro alle tavolette - Foto Matteo Mariotti
Porta Romana:
Antonio Piccioni 4 punti
Anna Poli 1 punto
Verna Celestini 2 punti

Sant'Emidio:
Giuseppe Capponi 4 punti
Roberto Canala 3 punti
Luigi Sacripanti 3 punti

Porta Maggiore:
Carlo Guaiani 3 punti
Ersilia Panichi 4 punti
Giuseppe Cambiotti 3 punti

Porta Solestà:
Roberto Nardinocchi 3 punti
Emilio D'Angelo 1 punto
Marco Santamaria 2 punti

Piazzarola:
Maurizio Cugnigni 2 punti
Dario D'angelo 0 punto
Fabio Cipollini 3 punti

Porta Tufilla:
Giuseppe Gabrielli 3 punti
Fabio Di Pietro 2 punti
Claudio Scoppa 3 punti

TIRO AL PENDOLO (in questa specialità i tre arcieri di ciascun sestiere tirano ad un bersaglio in movimento in contemporanea avendo a disposizione 3 frecce ciascuno. L'ordine di tiro è quello della classifica provvisoria all'inverso):

Gli arcieri di Porta Tufilla nel tiro al pendolo durante lo spaareggio per il terzo posto - Foto Matteo Mariotti
Piazzarola:
Maurizio Cugnigni 3 punti
Dario D'angelo 2 punti
Fabio Cipollini 3 punti

Porta Tufilla:
Giuseppe Gabrielli 3 punti
Fabio Di Pietro 2 punti
Claudio Scoppa 2 punti

Porta Solestà:
Roberto Nardinocchi 1 punto
Emilio D'Angelo 2 punti
Marco Santamaria 2 punti

Porta Romana:
Antonio Piccioni 1 punto
Anna Poli 1 punto
Verna Celestini 2 punti

Sant'Emidio:
Giuseppe Capponi 3 punti
Roberto Canala 3 punti
Luigi Sacripanti 2 punti

Porta Maggiore:
Carlo Guaiani 2 punti
Ersilia Panichi 2 punti
Giuseppe Cambiotti 1 punto

Porta Tufilla e Porta Romana, avendo pari punti al termine della competizione si sono affrontate nello spareggio al pendolo per il terzo posto. I rossoneri sono riusciti ad avere la meglio al terzo spareggio per 6-4 dopo che i primi due erano finiti in parità per 6-6 e 5-5.

L'esultanza degli arcieri di Sant'Emidio per la vittoria del palio - Foto Matteo Mariotti
CLASSIFICA FINALE: 

1) SANT'EMIDIO 43 PUNTI
2) PORTA MAGGIORE 41 PUNTI
3) PORTA TUFILLA 38 PUNTI
4) PORTA ROMANA 38 PUNTI
5) PORTA SOLESTA' 37 PUNTI
6) PIAZZAROLA 34 PUNTI

Matteo Mariotti

sabato 25 luglio 2015

La notte del ponte biancorosso



Questa sera dalle ore 20.30, presso il ponte di Porta Cartara, il sestiere della Piazzarola farà il suo disegno propiziatorio. Uno dei più grandi ponti di Ascoli Piceno sta per essere reso un opera d'arte. Chi è curioso può recarsi nei pressi di Porta Cartara, i sestieranti bianco-rossi sono già al lavoro!

Serafino D'Emidio

Dalle colonne D'Ercole alla Civitas di fine XIV secolo




Le colonne D'Ercole hanno sempre rappresentato il limite tra il mondo conosciuto e le terre nuove. Sono state da sempre linea di confine e di ricchezza. Dall'incontro delle diversità e delle conoscenze di un mondo stratificato dal punto di vista storico ed il mondo esterno, tutto da scoprire, le colonne hanno rappresentato il luogo fisico della materializzazione delle migliori speranze dell'umanità: il confine tra il mondo noto e le nuove opportunità di un mondo nuovo, migliore.

Nello stemma del nostro vescovo Giovanni D'Ercole sono bene in vista le famose colonne che fisicamente corrispondono al luogo geografico di Gibilterra. Forse stanno ad indicare una parte ben precisa della sua personalità: l'aver girato il mondo per rendere questa esperienza di mondialità, inclusiva, viva e concreta all'interno della sua pastorale.

La Quintana di Ascoli fissa il punto di partenza del suo rievocare a partire dall'anno 1377. Questo anno è decisivo in quanto a questa data risalgono gli Statuti del Popolo: uno spaccato sulla società ascolana di fine XIV secolo che assieme ai diversi dipinti conservati nel centro storico ascolano, sono stati gli elementi fondativi della nostra rievocazione storica.

Come era la Chiesa Cattolica di quegli anni? Erano anni di nuovo afflato spirituale. Il monopolio di questa rinascita dell'intimità del rapporto con Dio è direttamente collegata al ri-fiorire degli ordini religiosi antichi (Benedettini, Agostiniani e Cistercensi) o alla nascita di nuovi ordini religiosi (Domenicani, Carmelitani e Francescani). Il successo di questa nuova spiritualità è legata alla stretta collaborazione tra gli ordini religiosi, i vescovi locali e i poteri laici delle diverse comunità urbane dell'epoca.

Il nostro Vescovo ha chiesto di partecipare al corteo storico della Quintana di Ascoli Piceno. Il coreografo Luigi Morganti e il Magnifico Messere Guido Castelli hanno subito reso possibile questo desiderio, andando a completare, a nostro parere, un dipinto di fine milletrecento.

La partecipazione del Pastore della città di Ascoli Piceno al corteo storico è un atto di grande respiro. Come nelle colonne D'Ercole l'esiguo confine tra sacro e profano, tra noto e universale e tra intimo e globale, è un atto di inclusione che colloca la figura del Vescovo più vicina a tutti noi come un grande abbraccio alla città.


Serafino D'Emidio





venerdì 24 luglio 2015

Quintana di Ascoli: presentato stamattina il palio degli arcieri 2015





Gli arcieri dei sei sestieri sono pronti alla sfida per il palio, che è stato presentato questa mattina presso l'ufficio della ‪#‎QuintanaDiAscoliPiceno‬.Presenti alla conferenza l'assessore Massimiliano Brugni, il maestro d'arceria Raimondo Cipollini, il maestro di bandiera Emidio Manfroni, il presidente della cooperativa Kuferle Danilo Specchi, e alcuni arcieri in rappresentanza dei sei sestieri. La competizione si disputerà domenica sera 26 luglio a partire dalle 21 al campo dei giochi "Squarcia". La gara degli arcieri sarà preceduta, a partire dalle 19,30, dall'esibizione delle scuole sbandieratori e musici dei sei sestieri. Il palio anche quest'anno è stato realizzato grazie al contributo della cooperativa Kuferle. A progettarlo è stata Sofia Beatrice, ragazza di 17 anni che frequenta il terzo anno del liceo artistico. La realizzazione è avvenuta, invece, grazie al contributo di Simona Forlini. Le classiche prove previste nella gara saranno il tiro allo scudo, il tiro ai bastoni, il tiro alle tavolette e il tiro al pendolo. Il sestiere che conquisterà il punteggio più alto si aggiudicherà il palio. A seguire i migliori otto arcieri classificati si sfideranno in turni di uno contro uno ad eliminazione diretta per vincere la "brocca d'oro", premio in palio per il miglior arciere del torneo. Gli arcieri avranno a disposizione anche la possibilità di allenarsi al campo dei giochi nella serata di domani, alla vigilia della competizione, con i seguenti orari: dalle 18 alle 20 e dalle 21 alle 23. Che vinca il migliore!!!

(fonte pagina ufficiale Facebook Quintana di Ascoli)







Torneo di calcio dei sestieri: Porta Romana conquista il palio





Il sestiere di Porta Romana si aggiudica il ‪‎Torneo dei Sestieri 2015‬, battendo, per 2 a 1, nel corso di una combattutissima finale, il sestiere di ‪‎Porta Maggiore‬. È il terzo successo per il sestiere rossoazzurro che guida l'albo d'oro seguita proprio da Porta Maggiore che affrontava la finale da campione in carica, in quanto vincitore dell'edizione 2014. Per ‪‎Porta Romana‬ doppietta di Giampiero Mindoli mentre per i neroverdi a segno Donato Di Cristofaro. La ‪cucchiara di legno‬ va al sestiere della ‪‎Piazzarola‬, sconfitto 5 a 2 da ‪‎Sant'Emidio‬. Al terzo posto si classifica, infine, il sestiere di ‪‎Porta Tufilla‬, che ha sconfitto per 4 a 3 ‪‎Porta Solestà.

(fonte pagina ufficiale Facebook Quintana di Ascoli)











La trattativa di Porta Maggiore




Analizzando a bocce ferme la situazione del cambio di sella al sestiere nero-verde, mi ricollego ad una situazione che avevamo segnalato a voi amici quintanari, qualche post fa.

Descrivo in pochi pochi passaggi quello che è successo in questi giorni: il sestiere di Sant'Emidio è stato il primo dei due sestieri che necessitavano un cambio di sella, ad esternare il bisogno di trovare un nuovo cavaliere e si sono susseguite diverse voci su questo cambio di cavaliere al sestiere rosso-verde, che volevano Scattolini come favorito. Noi da sempre abbiamo sostenuto che nel caso di Sant'Emidio sarebbe stato difficile il cambio che riguardava Scattolini. Eravamo piuttosto convinti che il sestiere rosso-verde avrebbe optato per Falcioni. Così è stato.

Perchè introduco il discorso a partire dalla situazione di Sant'Emidio? Perchè vale lo stesso discorso per Porta Maggiore. Il fatto che Scattolini avesse ancora il nulla osta attivo con il sestiere Nero-Verde non era cosa da tenere in bassa considerazione. Se guardiamo il passato, vediamo che molto spesso i sestieri hanno fatto fatica a concederlo ed il motivo è semplice: nell'anno successivo si mettono contro un avversario in più che può correre per un altro sestiere, cioè l'ex cavaliere.

Insomma, si è detto tanto su Scattolini e si è dato per scontato che avrebbe corso ad Ascoli. Così non è stato perchè c'è stata la trattativa tra il sestiere di Porta Maggiore e Scattolini e il motivo del tira e molla vedeva nel mezzo la concessione del nulla osta e l'ingaggio.

Successivamente il sestiere Nero-Verde ufficializza l'ingaggio per la Quintana di Agosto di Andrea Leonardi, ex cavaliere Nero-Verde. Si profila una situazione da studiare per le cavalcature del sestiere per quello che riguarda la giostra di Agosto. Toccherà di nuovo a Maracuja,  allenato dal nuovo responsabile tecnico Cruciani? Oppure ad una delle cavalcature di Leonardi? Staremo a vedere.


Serafino D'Emidio



Sestiere Porta Romana: domani sera pittura del ponte sotto la porta





Sabato 25 luglio torna l'appuntamento con la cena sotto la porta, aspettando la pittura del disegno propiziatorio 2015. L'ingresso alla cena è libero. Si potranno ordinare panini e arrosticini accompagnati da ottima birra. Anche per quest'anno ci sarà uno spazio dedicato ai bambini che potranno divertirsi pitturando per tutta la serata.











Sestiere Sant'Emidio: domani sera "Cena con delitto"




CENA CON DELITTO

PASTA ALLA NORCINA

GRIGLIATA MISTA

INSALATA

AL COSTO DI 10 EURO

INFO E PRENOTAZIONI 339.7136578










giovedì 23 luglio 2015

Sestiere Porta Maggiore: stasera il Gran Gala Neroverde, sabato la Quintana dei bambini



Stasera il sestiere di Porta Maggiore celebra 60 anni di Quintana con il "Gran Gala Neroverde". La cena itinerante avrà come scenario i luoghi più belli e suggestivi del sestiere neroverde. Per info e prenotazioni è possibile rivolgersi presso la taverna di sestiere, al bar Nepi 338.8650180 o chiamando il 328.8943946 (Mauro). 




Sabato 25 luglio, invece, è la volta della giornata dedicata ai ragazzi dagli 8 ai 14 anni che si sfideranno tra loro per aggiudicarsi il palio della Quintana dei bambini. Le squadre dei sestieri della Quintana di Ascoli Piceno si affronteranno in 4 giochi, ognuno per una delle figure fondamentali del corteo, e poi nel gioco finale della giostra. Appuntamento a partire dalle ore 17.00 presso il sestiere di Porta Maggiore per passare una giornata all'insegna della tradizione e del divertimento.









Sestiere Porta Tufilla: sabato il Banchetto Medievale e gli altri appuntamenti





Il sestiere di Porta Tufilla, come da tradizione ventennale, ripropone anche quest’anno la festa con banchetto medievale che si svolgerà sabato, 25 luglio alle ore 20,30, nella spettacolare “location” del chiostro di Sant’Antonio Abate in Via Amadio. Il comitato rossonero ha voluto fare veramente le cose in grande allestendo uno spettacolo davvero unico che vedrà protagonisti, oltre ai musici e agli sbandieratori del sestiere, la Compagnia dei Folli con trampolieri, mangiafoco e gli acrobati che riproporranno parti dello spettacolo “la volta celeste”; acrobazie anche con i Chaplin & Chaplin con Anjeza Rruci (ha partecipato allo show Italian Got Talent) contorsionista e tiratrice di frecce con i piedi mentre il suo papà si esibirà in numeri di fachirismo. 

Ad accompagnare le performance il gruppo Old Ways con la loro musica celtica e medievale. Ricca ed originale anche le proposta della cena con pietanze tradizionali riportate nella locandina in dialetto ascolano ma che, per meglio capire, traduciamo: salumi affettati, cacciannanze, fagioli all’osso di prosciutto, trippa profumata con formaggio e maggiorana, farro e salsiccia sono i cinque antipasti; pasta al forno con funghi e tartufi il primo e, a seguire, sella di vitello con cicoria campagnola piccante, per pulire la bocca il formaggio con le pere e, per finire, biscotti casarecci all’anice stellato accompagnati da vino cotto. Il tutto innaffiato con i vini della cantina Velenosi. Il costo della cena, spettacolo compreso, è di 30 euro. Per prenotare si può andare presso la sede del sestiere in via Amadio oppure telefonare ai numeri 339.6044922 e 349.4779280.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI ROSSONERI IN PROGRAMMA:

















mercoledì 22 luglio 2015

Sestiere Porta Romana: stasera il Red Blue School Party, venerdì cena di pesce



Stasera mercoledì 22 Luglio 2015 ore 20:30
Giardino ex Tirassegno in Viale Treviri n° 2
"Red Blue School Night" 

presentazione ed esibizione della scuola sbandieratori e musici

Per cenare è possibile scegliere tra panino con salsiccia, hot dog e patatine





Venerdì 24 luglio presso il giardino del Sestiere
"Cena di Pesce sotto le stelle" 
musica live con gli Officina d'Autore
Per info e prenotazioni contattare il numero 338-4621889


QUI SOTTO TUTTO GLI ALTRI EVENTI ROSSOAZZURRI IN PROGRAMMA:  











sabato 18 luglio 2015

Sestiere Sant'Emidio, presentato Aldo Falcioni nella sede rossoverde




Dopo che Jacopo Rossi si è fatto da parte, il sestiere di Sant'Emidio si è subito mosso per cercare un sostituto e l'ha trovato in Aldo Falcioni, cavaliere di Castel di Lama. Il 29 enne ha fatto per molti anni il secondo a Porta Romana e dopo essersi svincolato dal sestiere rossoazzurro qualche anno fa, ora si trova alla sua prima esperienza da cavaliere giostrante titolare alla Quintana di Ascoli Piceno. La sua presentazione ufficiale è avvenuta questo pomeriggio presso la sede del sestiere rossoverde alla presenza del caposestiere Mariangela Gasparrini e dei membri del comitato e della scuderia.

Mat. Mar.




giovedì 16 luglio 2015

Stasera è pronto al via il "decennale" del Romana Beer Festival




Il Romana Beer Festival è una manifestazione musicale che vanta sin dalla sua nascita la collaborazione di alcune tribute band tra le migliori a livello nazionale. L’evento si distingue per aver saputo amalgamare sapientemente la moderna tendenza birraia di stampo rock, con la storica cornice che circonda lo splendido giardino in cui si svolge, situato ai piedi del Colle Annunziata ed adiacente le mura e la porta romanica. Bere una birra in allegria, gustare prodotti tipici locali, menu caratteristici e buona musica, è quello che propone il Romana Beer Festival. Anche quest’anno gli organizzatori sono pronti per una nuova edizione al giardino dell’Ex-Tirassegno a Porta Romana da stasera fino al 19 luglio.






Alcune riflessioni sul terreno di gara



Sono giorni caldi e oltre al cambio di sella del sestiere Sant'Emidio, impazza sui giornali il tiro alla fune del terreno di gara. Troppo veloce? Troppo lento? Cavalieri non all'altezza? Preparazione della pista non adeguata? L'intento di questo post non è dare ragione a nessuno dei contendenti bensì alzare il livello dell'opinione pubblica riguardo alcuni aspetti tecnici del terreno di gara.

I quintanari navigati quando parlano di terreno di gara ricordano "lu vrecciò" dello Squarcia negli anni 90. Erano anni in cui l'otto di gara era diverso a quello attuale, oltre che naturalmente la qualità del terreno. Era l'epoca dei mezzosangue e servivano dei cavalli robusti e potenti per affrontare la nostra giostra. Era l'epoca dei mezzosangue nella quale però abbiamo avuto due fuoriclasse di cui uno non mezzosangue: l'anglo-argentino Renè e il purosangue Borghesia. Solestà e Piazzarola. Era l'epoca dei purosangue, ma fonti più che certe (Mario Giacomoni, già cavaliere e vincitore di un palio per il sestiere della Piazzarola nel 1977 su Urso) ci confermano che qualche purosangue correva in quegli anni, la maggioranza però era costituita da mezzosangue. Parliamo di cavalli caratterialmente molto stabili e in grado di affrontare le più brusche curve dell'epoca. I mezzosangue erano cavalli da fatica, che sfidavano l'attrito della pista e con tranquillità e stabilità portavano all'assalto il cavaliere giostrante. I tempi erano più alti, intorno ai 57 secondi , la preoccupazione principale del cavaliere erano sicuramente i centri, ma soprattutto lo sforzo di guidare il cavallo su una pista così impervia dal punto di vista della fatica fisica. Come si costituiva il binomio di gara? Il cavaliere o il sestiere si mettevano in contatto con i cavallari, si prendeva un cavallo con una buona predisposizione alla giostra e si cercava di allenarlo nei mesi prossimi alla giostra. Molto spesso la preparazione non era specifica in relazione alla giostra di Ascoli, ma alle giostre in Italia. Quindi spesso molti cavalli li troviamo partecipare a più giostre, indice che gran parte della vittoria dipendeva dalle qualità del cavaliere che cercava di tirare fuori il meglio della cavalcatura.

Mano a mano la pista si evolve e alla breccia si sostituisce la sabbia vulcanica. I mezzosangue diventano sempre piu tecnici. Iniziano ad essere sempre più fondamentali le traiettorie. Rimane la fatica fisica di una pista asciutta, con molto attrito. Stiamo parlando degli anni dal 2000 al 2008 e ricordiamo Flower Bud, Ambranna e Sbottonata per la Piazzarola. La plurititolata Atlanda per Porta Romana e Runa che ha vinto per Porta Romana e Porta Tufilla e corso anni per Porta Maggiore.
Sono gli anni in cui tutti arrivano alla fine della giostra, indice del fatto di un innalzamento del tasso tecnico di gara. I tempi si aggirano intorno ai 54, 55 secondi. La differenza principale era determinata dai centri. I binomi di questi anni si formavano all'interno di piccoli gruppi che potremmo chiamare esagerando "scuderie". C'è la coscienza generale all'interno dei sestieri che forse non basta più avere un cavallo adatto e predisposto. In molti iniziano a pensare che è necessario creare un gruppo attorno al cavallo. Parliamo di tutte quelle operazioni che sono necessarie per il benessere del cavallo: pulitura, cibo, allenamento, ferratura e servizi veterinari. Non che prima non ci fossero queste attenzioni, in quegli anni però si inizia a pensare che forse una preparazione specifica del cavallo in relazione alla giostra in cui deve partecipare, forse può aiutare il cavaliere nella conquista del palio. Un cavallo, in quegli anni quindi, correva tendenzialmente per una giostra sola. Chiaramente stiamo generalizzando e semplificando, le eccezioni ci sono sempre state.

Dal 2008 ad oggi c'è stata l'innovazione radicale dei purosangue. I primi a comparire sull'otto di gara e a fare la differenza sono stati Golden Open per la Piazzarola , la pluricampionessa Dorilas per Solestà, Evee per Tufilla e Amaldra per Porta Romana. Sulle prime i purosangue hanno convissuto con i mezzosangue. Sorgeva però un problema non da poco: parliamo di due tipi di cavalcature con due strutture fisiche differenti. Il mezzosangue tecnico degli anni 2000-2008 rimane comunque una cavalcatura in grado di subire e affrontare le difficoltà materiali della pista. I purosangue invece sono molto più precisi nelle traiettorie (quelli ben allenati), molto più veloci e molto più soggetti ad infortunio. Gradualmente la pista diventa più umida in modo da evitare problemi di aderenza dei cavalli in curva. I cavalli possono così inclinarsi maggiormente in curva e disegnare traiettorie più radenti. Oltre questo la curva viene resa più morbida rispetto al passato sempre per ragioni legate alla qualità delle traiettorie.

In conclusione: certamente la cosa più auspicabile sarebbe trovare un omogeneità di terreno nel tempo e negli anni, in modo da garantire una pista che riesce sempre più ad essere studiata ed esaminata a fondo dai binomi. Questa però è una cosa che si può garantire con il tempo, con il lavoro negli anni e con il dialogo tra le parti in causa. Tanto è stato fatto con grande impegno e tanto si può ancora fare perchè i cavalli e i cavalieri hanno sempre esigenze nuove e la qualità della giostra sta crescendo di anno in anno.

Altra considerazione importantissima: non parliamo più della Quintana dei cavalieri, a mio avviso. Parliamo della Quintana degli staff. Perchè uso questa espressione? E' facile intuirlo ed è importante saperlo leggere all'interno della vittoria di Porta Solestà di Luglio 2015. E' necessario avere un grande cavaliere come Luca Innocenzi, ma è anche necessario avere una grande scelta tra tanti cavalli tutti preparati. Try your luck è il risultato di una grande selezione tra tanti elementi di qualità. Questi cavalli sono allenati da staff specializzati che sanno correggere i difetti naturali che risultano essere degli handicap in giostra. Sono abituati allo stress della competizione e molto ferrati sulle traiettorie di gara. Tra il cavaliere, lo staff e le cavalcature c'è bisogno di grande sintonia, di competenze e di dialogo. Solo così si può tirare fuori un binomio come quello che ha vinto a Luglio.

Ultima considerazione: non è mai colpa solo del cavaliere, non è mai colpa solo del cavallo, non è mai colpa solo della scuderia, non è mai colpa solo del comitato e non mai solo colpa del sestiere. Se qualcosa non va, tutti, dal console al caposestiere, il comitato, il cavaliere, la scuderia e tutti i quintanari che sono dentro un sestiere si devono impegnare, per quello che possono, a dare una mano a cercare di capire e migliorare la situazione dei propri colori. E' importante capire che quando si vince è perchè tutti i tasselli sono al posto giusto e avere chiaro in testa che non si perde perchè qualche tassello è al posto sbagliato. Anche qui, tanto è stato fatto e con impegno. Tanto si può ancora fare. L'importante è che in nessun caso la passione si trasformi in astio.

Serafino D'Emidio



mercoledì 15 luglio 2015

Chi correrà per Sant'Emidio?



Come sapete, amici quintanari, il cavaliere Jacopo Rossi dopo la sfortunata prestazione nella Quintana di Luglio ha deciso di lasciare definitivamente il sestiere Sant'Emidio.

La domanda che tutti si pongono è facile: chi correrà per il sestiere di Sant'Emidio ad Agosto o in generale chi correrà in futuro? Tanti sono i nomi che circolano, ma su tutti sono due quelli che spiccano: Francesco Scattolini e Aldo Falcioni. Sono giorni che lo staff del Quintanaro sta incrociando i dati e dopo un attenta analisi prova a ridurre la rosa dei "papabili" a due nomi, sbilanciandosi in una previsione:

Francesco Scattolini, 44 anni, di Montecassiano (MC)

Lo ricordiamo agli albori delle sue partecipazioni in sella ad Allarme Rosso, cavallo del record di Porta Romana, vincente su Runa nel 2003. Lo abbiamo visto volare in sella a Italian Hope per il sestiere di Porta Maggiore. Cavaliere molto esperto, un veterano, vincente e competitivo non solo ad Ascoli ma anche nel circuito delle giostre umbro-marchigiane. Sulla sua figura grava il nulla osta obbligatorio che Porta Maggiore deve rilasciare per la partecipazione in giostra con un altro sestiere.

Aldo Falcioni, 28 anni, di Castel di Lama (AP)

Per anni è stato allenato da Emanuele Capriotti all'interno della scuderia Atlanda. Nel 2013 molte voci lo vogliono in pista alternato o al posto del campione castignanese. E' l'anno del cappotto di Capriotti e Aldo Falcioni deve rimandare il suo esordio. A Moie è di casa e vanta diverse partecipazioni in questa giostra. Attende il debutto nella giostra ascolana. In questo momento è libero e non ha nessun nulla osta a vincolarlo. 

Tra le due strade, la più percorribile secondo noi sembra quella del lamense Falcioni, in quanto i primi contatti e l'ingaggio non presentano la complicazione del nulla osta. Certamente lasciamo aperta la parentesi di questo post, in quanto è sempre molto difficile ipotizzare le scelte di un sestiere in anticipo, dato che tante voci invece danno per favorito Scattolini. Prendete questa notizia come una scommessa o come una vecchia schedina del totocalcio: giocare non costa nulla e stuzzica la fantasia!

Serafino D'Emidio




lunedì 13 luglio 2015

Quintana di Ascoli: i numeri della giostra dei record



foto pagina ufficiale Facebook Quintana di Ascoli


I° TORNATA (ordine in base al sorteggio)

PIAZZAROLA
Denny Coppari su Cajo Paloma
TEMPO 51"2 (376 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 676 punti

PORTA SOLESTA'
Luca Innocenzi su Try Your Luck
TEMPO 50"9 (382 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 682 punti

PORTA MAGGIORE
Guido Crotali su Maracuja
TEMPO 53"3 (334 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 1 (-30 punti) TOT,  604 punti

PORTA ROMANA
Emanuele Capriotti su Genoria
TEMPO 53"1 (338 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 638 punti

SANT'EMIDIO
Jacopo Rossi su Bell Exibition
TORNATA NULLA PER AVER PERSO LA LANCIA NEL PRIMO ASSALTO - TOT. 0 punti

PORTA TUFILLA
Massimo Gubbini su Big More
TEMPO 51"2 (376 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 646 punti


II° TORNATA (ordine in base al sorteggio)

PIAZZAROLA
Denny Coppari su Cajo Paloma
TEMPO 51"9 (362 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 662 punti
TOT. PARZIALE DI GIOSTRA 1338 punti

PORTA SOLESTA'
Luca Innocenzi su Try Your Luck
TEMPO 51"4 (372 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 672 punti
TOT. PARZIALE DI GIOSTRA 1354 punti

PORTA MAGGIORE
Guido Crotali su Padania Felix
TEMPO 54"4 (312 punti) - BERSAGLIO 100 100 80 - PENALITA' 4 (-120 punti) CAMBIO CAVALLO (-60 punti) - TOT,  412 punti
TOT. PARZIALE DI GIOSTRA 1016 punti

PORTA ROMANA
Emanuele Capriotti su Genoria
TORNATA NULLA PER  AVER PERSO LA LANCIA NEL TERZO ASSALTO
TOT. PARZIALE DI GIOSTRA 638 punti

SANT'EMIDIO
RITIRO A CAUSA DELL'INFORTUNIO AL CAVALIERE
TOT. PARZIALE DI GIOSTRA 0 punti

PORTA TUFILLA
Massimo Gubbini su Big More
TEMPO 51"7 (366 punti) - BERSAGLIO 100 80 100 - PENALITA' 1 (-30 punti) - TOT. 646 punti
TOT. PARZIALE DI GIOSTRA 1262 punti

III° TORNATA (classifica finale)

1 - PORTA SOLESTA'
Luca Innocenzi su Try Your Luck
TEMPO 51"4 (372 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 0 - TOT. 672 punti
TOTALE DI GIOSTRA 2026 punti

2 - PORTA TUFILLA
Massimo Gubbini su Big More
TEMPO 52"4 (352 punti) - BERSAGLIO 100 100 100 - PENALITA' 1 (-30 punti) - TOT. 622 punti
TOTALE DI GIOSTRA 1884 punti

3 - PIAZZAROLA
Denny Coppari su Cajo Paloma
TEMPO 53"7 (326 punti) - BERSAGLIO 100 80 80 - PENALITA' 2 (-60 punti) - TOT. 526 punti
TOTALE DI GIOSTRA 1864 punti

4 - PORTA MAGGIORE
RITIRO A CAUSA DELL'INFORTUNIO AL CAVALIERE
TOTALE DI GIOSTRA 1016 punti

5 - PORTA ROMANA
RITIRO A CAUSA DELL'INFORTUNIO AL CAVALIERE
TOTALE DI GIOSTRA 638 punti

6 - SANT'EMIDIO
RITIRO A CAUSA DELL'INFORTUNIO AL CAVALIERE
TOTALE DI GIOSTRA 0 punti
















domenica 12 luglio 2015

Innocenzi ci fa vedere il futuro: benvenuto 2026



Entro allo Squarcia alle 19.20 circa. Stanno innaffiando la pista per l'ultima volta. Gli operai del Comune ripongono le attrezzature, da lontano anzi lontanissimo si sentono gli echi dei tamburi e delle chiarine. Lo Squarcia è li, ad asciugarsi e ad attendere uno spettacolo che non si sarebbe mai aspettato. Passano le 20.00, non mi rendo bene conto quanto manca, ma i tamburi sono sempre più vicini e lo spettacolo sta per iniziare. Poi all'improvviso eccola tutta li, riversata all'interno del campo, la Quintana 2015. L'attenzione coreografica all'ingresso del corteo, al saluto, alla sciamata e a tutti i riti che portano fino al numero degli sbandieratori è maniacale e di anno in anno sempre migliore. E' uno spettacolo da vedere e da gustare. Un biglietto da visita senza tempo che ammalia gli occhi di chi è novello all'esperienza, ma soprattutto che sa rinnovare ogni anno la passione degli occhi più navigati. Energico il numero delle chiarine, tamburini e sbandieratori. La giusta energia per una giostra che oserei definire "Power"

Immaginate "The final countdown" degli Europe in sottofondo. Immaginate la partenza di uno Space Shuttle, destinazione Luna. Immaginate la Formula 1. Immaginate qualsiasi cosa vi ricordi una velocità maggiore del vento e della luce. E' questa la partenza della giostra 2015. Entra Coppari per la Piazzarola. 51.2, 3 centri. Spalti stupiti. Il bluff del secolo. Il cavaliere bianco-rosso chiude la bocca a tutti e scopre il Full che aveva in mano, dopo gli ultimi mesi passati a far capire a tutti gli altri di avere una doppia coppia. Cayo Paloma è più che pronto per competere. Il ragazzo sta diventando un uomo. Si ok, grande partenza, tutti strabiliati. Ma poi succede il delirio: entra Innocenzi per Porta Solestà. 50,9 e tre centri. Il record del record di se stesso. Il binomio giallo-azzurro cala il poker e sembra un entità aliena che mette paura a tutti, alza gli standard di giostra e alza l'asticella per vincere. E come se Innocenzi e Try Your Luck dicessero: Signori, si arriva qui. Voi ci arrivate? Oltre questo è strabiliante la facilità con la quale lo staff  di cui si sono circondati Innocenzi e Porta Solestà abbia tirato fuori simil cavalcatura dopo Dorilas. Bene Gubbini con Big More. Tanta potenza, tre centri ma una penalità. Traiettorie non perfette, ma il folignate vuole esserci e per tutta la prima tornata c'è, di potenza, di forza e di cuore. Leggermente sottotono Porta Maggiore che sta lavorando alacremente ed in maniera nuova sulle cavalcature ma ancora forse bisogna aspettare ancora un pò per vedere i primi frutti soddisfacenti. Crotali da tutto sopra a Maracuja, 53,3 e tre centri. Una penalità e non è nel giro dei primi. Mondina non corre la giostra, molto probabilmente per scelte legate al carattere nervoso della cavalla. Porta Romana, nelle ultime sessioni di prove aveva puntato tutto su Genoria. La cavalla non regge l'urto emotivo e non replica le prestazioni delle prove, sia nella prima che nella seconda tornata. Per Amaldra ipotizziamo valga lo stesso discorso fatto per Mondina. Capriotti e Genoria fanno una tornata simile a quella di Porta Maggiore per tempi e centri. Il giro dei "primi" si allontana per i rosso-azzurri.
Jacopo Rossi per Sant'Emidio al primo assalto purtroppo perde la lancia e si fa male al polso. La sua  Quintana finisce qui.

Nella seconda tornata la palla della giostra continua a girare tra Porta Solesta, Piazzarola e Porta Tufilla. Innocenzi e Try Your Luck però sono sempre una spanna sopra a tutti. Questa è una tornata dove Coppari continua a cercare di insidiare Innocenzi. Il folignate però continua a condurre la gara da veterano. Gubbini prende la solita penalità che sporca un ottima tornata di gara e si allontana dal cerchio dei primi. La battaglia, dopo la seconda tornata, è infatti tra Porta Solestà e Piazzarola. Per un momento ho avuto un dejavù e ho pensato di vivere una delle quintane degli anni 90 o dei primissimi anni 2000. Porta Romana si tira fuori, Capriotti perde la lancia al terzo assalto e si ritira dalla competizione.
Crotali continua a lottare. Cambia cavallo, optando nella seconda tornata per Padania Felix. Quattro le penalità. Gira sui 54 e un centro mancato.

La terza tornata vede la partecipazione di tre cavalieri: Luca Innocenzi, Denny Coppari e Massimo Gubbini.
Il cavaliere rosso-nero prova a dare il tutto per tutto, alza di un secondo la prestazione, al bersaglio è preciso e stampa tre centri, ma purtroppo incappa nella solità penalità.
Coppari si ritrova a gestire una lotta a due che vale il Palio. Cayo Paloma inizialmente sembra nervoso e forse qualcosa di questo stato d'animo se lo porta dietro durante la terza tornata. Qualcosa si inceppa e le prestazioni eccellenti della prima e seconda tornata perdono qualche piccolo colpo nella terza. Il risultato è il seguente: 53,7. 100 80 80. Coppari rischia di cadere, di perdere la lancia, di sbagliare traiettorie. Ma lui ci crede fino in fondo e cerca di riprendersi sempre per dare il tutto per tutto. Ce la fa sempre, ma purtroppo non basta. Questa tornata lo relega al terzo posto, dietro ad un Massimo Gubbini che alla fine ha disputato un ottima giostra, costante e purtroppo viziata dalle penalità.
Voglio dare un plauso anche per la prova di coraggio e bravura del cavaliere bianco-rosso Denny Coppari. Grande prova e grande prestazione.
A concludere la sua prestazione aliena, Luca Innocenzi stampa questa tornata: 51.4 100 100 100. E' la prima tornata? No è la terza. Il folignate ha ribaltato tutte le previsioni sul record di pista. I più infatti dopo le prove pensavano che la giostra si aggirasse attorno ai 51. Si però con una differenza: se una volta 51 era la tornata di punta, ora 51 è la tornata standard. Perchè la tornata record è 50.9. Il sestiere giallo-azzurro vince il suo 26° Palio. Luca Innocenzi entra nella storia perchè raggiunge quota 8 palii come Ricci, Formica e Capriotti. E' ad un passo dal record dei record di Paolo Margasini, per anni cavaliere del sestiere di Porta Solestà, che detiene ben 9 vittorie all'interno dello Squarcia.
Insomma questo nuovo binomio giallo-azzurro ci ha proiettati nel futuro. 2026 punti che tutto ad un tratto sembrano portarci nella quintana del futuro. Siamo nel 2015 o nel 2026?
Sicuramente 2026 punti è il record dei record e il record di sempre. Il record da battere, da migliorare da difendere e da ricordare per Luca Innocenzi, il sestiere di Porta Solestà e tutto il popolo giallo-azzurro.

I solestanti alzano gli occhi al cielo e dedicano la vittoria al console Nardinocchi e questa vittoria è come se fosse un abbraccio di Luca Innocenzi, del caposestiere Lattanzi e di tutto il popolo giallo-azzurro al console che ha fatto la storia di Porta Solestà e della Quintana di Ascoli Piceno.


Serafino D'Emidio

venerdì 10 luglio 2015

Madonna del Latte, chi "joca" per primo?




Passeggiare dentro la Chiesa di Sant'Agostino è un esperienza spaziale particolare: si entra in Chiesa e l'equilibrio della nostra percezione è ancorato alla navata centrale. Masse murarie imponenti e fredde e grandi pilastri che incorniciano, alla nostra vista, l'altare. Tutto ad un tratto, mentre si cammina, sulla destra si viene rapiti da una forza.

E' la Madonna del Latte detta anche Madonna della Pace. Francescuccio Ghissi da Fabriano ci lascia l' immagine di un XIV secolo ricco di un patrimonio iconico che fino ad oggi continua a manifestare la sua energia.

La forza "bizantina" delle sue Madonne è un concorrere travolgente di lucentezze. Gli ori scandiscono le trame medievaleggianti dei drappi. Il gotico fiorito da tardo medioevo che continuò a parlare agli albori dei fasti del rinascimento è un immagine di eternità che da forza al carattere sacro delle immagini di Maria. Giallo o meglio fondo oro, ad incorniciare volti diafani e alieni che non sembrano di questa terra.

L'idealizzazione spinta della figura sacra di Maria trova sfogo in una geometrizzazione della composizione del quadro "Madonna del Latte" di Francescuccio Ghissi da Fabriano. La direzione in cui guardano gli occhi della madre, non incrociano la direzione in cui guardano gli occhi del bambino. Le direzioni dei punti di vista degli angeli, parallele tra di loro sembrano completare la composizione traghettando l'opera verso una realtà altra. Mai terrena.
Un drappo scuro, non scandito dalle pieghe del vento ma dalla serialità dei decori oro. Non per sottolineare la magnificenza della madre del mondo ma per dichiarare a tutti che la madre non è in una dimensione terrena, quindi non c'è vento. Non c'è la vita dell'uomo. C'è solo Spirito.

La magnificenza di questa Madonna ha portato a giurare, davanti alla sua effigie, negli anni che vanno dal 1300 al 1500 molte delle fazioni che affliggevano la città, causando le guerre interne. Il racconto dell'esperienza spaziale e iconica di cui sopra è personale. ma ci può far apprezzare la Madonna del Latte, comprenderemo così che "jocare all'asto" è  atto nobile ed è cosa alta. E' rivalità ma è condita col rispetto. E' popolare ma trascendente. E' il sacro che si mischia col profano, ma è gioia nelle nostre vene. E' sangue, che dal nostro passato, continua a pompare le nostre emozioni. E' un attimo di eterno in circa un minuto di euforia.

Ecco l'ordine di gara di domani estratto durante la cerimonia:

1. Piazzarola
2. Porta Solestà
3. Porta Maggiore
4. Porta Romana
5. Sant'Emidio
6. Porta Tufilla

Serafino D'Emidio 

La vigilia della giostra di luglio: Cene propiziatorie 2



CENA PROPIZIATORIA SESTIERE SANT'EMIDIO
presso la sede del sestiere rossoverde, 
a partire dalle ore 21,00  
con la presentazione del cavaliere giostrante e della dama della Quintana di luglio. 
Info e prenotazioni 335.7763272 - 339.7136578


















La vigilia della giostra di luglio: Cene propiziatorie 1
























giovedì 9 luglio 2015

Sestiere Porta Tufilla: grande successo per il Gala delle Dame




Iniziativa senza precedenti quella realizzata dal Sestiere di Porta Tufilla martedì 7 luglio, nel chiostro di Sant'Antonio Abate. Il comitato rossonero ha invitato tutte le dame che hanno vestito i panni della "signora del sestiere" per un Gran Gala dedicato alla "bellezza senza tempo" e legata all'amore per la Quintana. La serata, dall’idea di Marianna Marcucci, membro del comitato di sestiere, (preceduta da alcune settimane di ricerca delle “signore rossonere”) ha visto la presenza di una quarantina di dame che nel corso degli anni hanno sfilato sotto la porta-fortezza sul tufo. 



A fare gli onori di casa, per aver accompagnato la propria consorte Laura Gabrielli già dama di Porta Tufilla, il conduttore televisivo Massimiliano Ossini coinvolto nella presentazione delle signore a cui è stata offerta, in segno di ringraziamento da parte del sestiere, una rosa rossa. Una bella festa, all’insegna dei ricordi più lontani e recenti, senza nostalgia ma con un po’ di commozione e l’orgoglio da parte di tutte le partecipanti della “appartenenza” al sestiere rossonero che ha approfittato per “battezzare” Massimiliano Ossini tufillante d.o.c. La serata conviviale è stata allietata dal gruppo “Sweet Zoe” con brani cantautorali davvero indicati per l’occasione mentre sullo schermo gigante si succedevano le immagini, qualcuna anche in bianco e nero, delle dame di Porta Tufilla.







mercoledì 8 luglio 2015

Questa sera le prove generali del corteo.



Sono in programma per stasera alle 21 al campo dei giochi le prove generali dei figuranti. Il coreografo della Quintana, assistito dai coordinatori di corteo del gruppo comunale e dei sei sestieri si preparano al corteo di sabato che condurrà i sestieri al campo dei giochi per sfidare il moro e conquistare il palio di luglio.


martedì 7 luglio 2015

No Gubbini? No Party


Eccezionale trovata in vista della "settimana santa" da parte di alcuni sostenitori rosso-neri. Il video sta diventando virale su Facebook e direi che è un bel modo di entrare in clima Quintana con goliardia, ironia e voglia di mettersi in gioco.

Il cavaliere non è la prima volta che viene preso come soggetto di simpatici sketch quintanari. Il rione Giotti di Foligno ha realizzato il 12 giugno 2015 un video che vede Massimo Gubbini nei panni di braveheart. Il campione folignate, molto amato dai propri sestieranti e rionali entra di diritto al primo posto dell'hit parade dei cavalieri da copertina.

qui sotto il link del video del Rione Giotti
https://www.youtube.com/watch?v=TjqN9jTpktA

Serafino D'Emidio

lunedì 6 luglio 2015

Quintana Channel: stasera alle 21 su E'tv Ascoli l'analisi della giostra di luglio





Torna il consueto appuntamento con Quintana Channel. La vittoria di Porta Romana nella XVII edizione del Palio degli sbandieratori, i risultati del torneo di qualificazione della Tenzone Bronzea, le prove dei cavalieri al campo dei giochi e i pronostici in vista della giostra di luglio. Questi sono alcuni dei temi che saranno affrontati questa sera alle 21.00 sul canale 606 di E'tv Ascoli a pochi giorni dalla sfida tra i sei sestieri nella lotta contro il temuto moro. Conduce la trasmissione dalla "Locanda del Medioevo" Gianluca Biondi, ospiti Pierfrancesco Simoni del Corriere Adriatico, Massimiliano Mariotti del Quintanaro Moderno e del Resto del Carlino, Gino Cacciatori storico figurante di Porta Romana e consigliere comunale.








Palio degli Sbandieratori: Porta Romana compie la rimonta e conquista il quarto successo





Di Matteo Mariotti

Dopo una prima giornata molto combattuta con ben tre sestieri a poca distanza, nelle classifica combinata della 27° gara degli sbandieratori e musici di Ascoli Piceno di ieri sera, è stato il sestiere di Porta Romana a trionfare. Le vittorie nelle specialità della coppia e della grande squadra condito da un ottimo secondo posto dei musici fanno conquistare il quarto palio della storia ai rossoblu. Il sestiere di Porta Solestà non è riuscito a mantenere il lieve vantaggio accumulato sabato sera e alla fine deve accontentarsi della seconda piazza, bene Porta Maggiore che, dopo il primo posto nel singolo di ieri, conquista il secondo posto nella grande squadra e il terzo nella classifica finale. A seguire, quarto il sestiere della Piazzarola, quinto Porta Tufilla ed ultima posizione per Sant’Emidio. 

CLASSIFICA COPPIA:
1. ‪‎PortaRomana‬ 27,79
2. ‎PortaSolesta‬ 25,41
3. PortaMaggiore‬ 24,36
4. ‎PortaTufilla‬ 18,35
5. ‎Piazzarola‬ 11,75
6. ‎Sant’Emidio‬ 10,81

CLASSIFICA GRANDE SQUADRA:
1. ‎PortaRomana‬ 26,06
2. ‎PortaMaggiore‬ 22,82
3. ‎PortaSolesta‬ 21,97
4. ‎Piazzarola‬ 18,63
5. ‎PortaTufilla‬ 15,86
6. ‎Sant’Emidio‬ 15,73

CLASSIFICA MUSICI:
1. ‎PortaSolesta‬ 28,59
2. ‎PortaRomana‬ 26,21
3. ‎Piazzarola‬ 23,68
4. ‎PortaTufilla‬ 20,40
5. ‎PortaMaggiore‬ 20,09
6. ‎Sant’Emidio‬ 5,99

CLASSIFICA COMBINATA FINALE:
1. ‎PortaRomana‬ 10,8
2. ‎PortaSolesta‬ 13,2
3. ‎PortaMaggiore‬ 20,0
4. ‎Piazzarola‬ 26,8
5. ‎PortaTufilla‬ 32,6
6. ‎SantEmidio‬ 39,4

(fonte AscoliLive.it)











Tenzone Bronzea: Sant'Emidio sfiora la storica promozione, Tufilla primo nei musici






Grande vittoria per i rossoneri nella specialità musici (16,93). Sesto posto nel singolo (16,51), quinto nella grande squadra (15,36), ottavo nella coppia (8,27) e nella piccola squadra (8,66). Il sestiere di Sant’Emidio ha collezionato un quinto posto nel singolo (17,28), secondo nella grande (17,54), sesto nei musici (5,79) e nella coppia (13,08) e quarto nella piccola squadra (14,07). Nella classifica combinata il sestiere di Porta Tufilla e il sestiere di Sant’Emidio si sono classificati rispettivamente sesti (36,4) e terzi (30,6) nella graduatoria. Questi ultimi hanno sfiora una storica promozione in A2.

(fonte Corriere Adriatico)












domenica 5 luglio 2015

Sestiere Porta Romana: domani la presentazione di dame e cavalieri





Il sestiere di Porta Romana svela i nomi delle dame rossoazzurre per le due edizioni 2015 della Quintana. Domani sera presso il giardino dell'ex Tirassegno a partire dalle ore 19.00 avverrà la presentazione ufficiale di colore che saranno chiamate a vestire i panni della prima donna all'interno del corteo storico. Sarà l'occasione anche per presentare il cavaliere Emanuele Capriotti che dal 2003 difende con grande onore i colori di Porta Romana. Sono otto i suoi palii conquistati. Al suo finaco il cavaliere di riserva Riccardo Raponi. Dopo la presentazione tutti al campo dei giochi per la penultima sessione di prove in programma.


Mas.Mar.









Giochi:

Corse dei Cavalli - Stay the Distance

Le corse dei cavalli! Quanta adrenalina! e che divertimento! Siete pronti per scendere in pista? Allora scegliete il vostro cavallo in base alle sue caratteristiche e alle quotazioni, ricordando che un cavallo meno quotato sarà più difficile da condurre alla vittoria, ma avrà un bonus di punti molto più alto. A questo punto guidate il vostro destriero con le FRECCE direzionali, usate la SPACEBAR per saltare le siepi e il CTRL per il turbo (ne avrete 3 a disposizione). Tenete inoltre sempre d'occhio, in alto a destra, la curva verde della distanza e quella rossa dell'energia, che dovrete dosare e conservare attentamente!

Giochi by Flashgames.it

Avalon Siege

Allineate i cannoni e preparatevi ad una dura e lunga battaglia in questo gioco d'abilità e combattimento a turni. Conquistate tutti i regni nell'isola attaccando con il vostro cannone. Fate fuoco fino a distruggere tutti gli avamposti avversari per andare avanti nei livelli del gioco. Usate 6 tipi di munizioni per spazzare via tutti i regni per diventare il re assoluto! Si gioca con il MOUSE: muovetelo per scegliere l'angolo di tiro e fate fuoco con il click sinistro.

Giochi by Flashgames.it

Archerland

I vecchi turret defense si sono evoluti: in questo gioco infatti, non solo dovrete difendervi dagli attacchi nemici, ma dovrete anche pensare alla costruzione della vostra città, con tutte le infrastrutture che servono ad essa! Tenete lontani gli intrusi dal vostro castello ponendo catapulte, cannoni e arcieri lungo il percorso. Aggiungete vari edifici attorno alla vostra fortezza per produrre così risorse e rafforzare la vostra difesa. Si gioca con il MOUSE. Sulla destra avrete il bilancio delle vostre risorse, con gli elementi da posizionare sulla mappa. Cliccate su Next day per proseguire nell'avventura.

Giochi by Flashgames.it

Il Regno - Battle of Lemolad

Il Regno di Lemolad è molto conteso, ed anche voi ci avete messo gli occhi sopra. Per conquistarlo dovrete imbastire una campagna militare; dunque create il vostro esercito e date l'assalto alle terre circostanti. Usate le vostre abilità per costruire una città ed addestrare i vostri uomini con le risorse provenienti da essa, poi passate ad attaccare il nemico. Invadete i castelli nemici, aggiornate le vostre truppe con soldati, arcieri, cavalieri ed usate la magia con i vostri maghi. Ci sono 5 diversi tipi di risorse: cibo, legno, pietra, ferro e oro. La magica sfera verde è utile per attaccare i nemici. Con il MOUSE scambiate le posizioni delle risorse e fate combinazioni di tre o più elementi per assicurarvi la conquista di quelli necessari per la vittoria.

Giochi by Flashgames.it

La Briscola

Che ne dite di una partita a Briscola? Voi contro il computer, un mazzo di 40 carte suddiviso in 4 semi, e 120 punti disponibili per ogni partita: come nella realtà, il vincitore sarà chi riuscirà a totalizzarne almeno 61. Il valore delle carte è il seguente: la carta più alta è l'asso, seguita dal tre, il re, il cavallo e il fante... poi seguono il 7, 6, 5, 4, 2 (che però non danno punti). La carta di valore superiore prende quella inferiore, ad eccezione del seme della Briscola che vince su tutti gli altri. Quando si giocano due carte di seme diverso, di cui nessuna sia di briscola, vince sempre la prima carta giocata. Per giocare cliccate sulla carta da lanciare con il MOUSE, chi vince la mano tira per primo.

Giochi by Flashgames.it

Castle Crusade

Diventate i dominatori di Castle Crusade, un eccitante gioco di strategia che vi vedrà alla guida di un regno che nasce nel bel mezzo di una foresta. Conquistate i diversi castelli rossi presenti nelle vostre terre ed espandete il controllo su un'area più vasta. Disboscate l'area per ottenere legna preziosa: vi tornerà utile per acquistare aggiornamenti per le vostri castelli, al fine di fortificare le difese, e per produrre nuove truppe da inviare all'attacco. Si gioca con il MOUSE.

Giochi by Flashgames.it

Da Vinci Cannon

Lenoardo da Vinci è stato il più grande genio inventore della storia, ma alcuni suoi progetti si sono persi con il tempo. Riscoprite un'incredibile arma medievale, il Cannone Da Vinci, in questo gioco ispirato a Crush The Castle. Selezionate la potenza del congegno, l'angolo di tiro e abbattete, a suon di cannonate, il castello nemico. Riceverete un riconoscimento (medaglia d'oro, argento o bronzo) in base al risultato conseguito. Si gioca con il MOUSE: quando siete pronti a far fuoco, cliccate su un punto qualsiasi dello schermo per sparare.

Giochi by Flashgames.it

1066 - Guerra Medievale

L'Inghilterra durante il Medioevo fu per anni territorio di scorrerie e devastazioni dei Vichinghi. Il 1066 è la data più famosa della storia inglese: ossia quando Normanni guidati da Guglielmo il Conquistatore sconfissero l'esercito vichingo-sassone che da secoli occupava l'Inghilterra. Rivivete le epiche vicende di Hastings: prendete controllo dell'esercito sassone, di quello vichingo o di quello normanno e lanciatevi nella battaglia che ha cambiato la storia inglese. Cosa sarebbe successo se voi foste stati al comando delle truppe? Il gioco vi butta al centro dell'azione dandovi pieno controllo per ogni freccia scagliata, carica di cavalleria e posizione di difesa assunta dal vostro esercito. Una visuale suggestiva e un'animazione drammatica vi fornirà un ritratto distintivo di una vera guerra medioevale. Usate il MOUSE per giocare.

Giochi by Flashgames.it

Guerre Medievali - Medieval Wars

La morte del Re ha aperto il conflitto tra le due fazioni avversarie per succedere al trono vacante. Schieratevi e scendete in guerra! Medieval Wars è un gioco strategico a turni, più complesso del Risiko ma più facile e intuitivo di Axis & Allies. Sul campo di gioco esagonale mettete alla prova le vostre abilità di tattici di guerra: per avere la meglio sull'avversario, occorrerà studiare per bene qualsiasi mossa. Si gioca con il MOUSE. Cliccate sugli esagoni per muovere il vostro esercito. In basso a sinistra viene indicato il numero di mosse che potete effettuare ad ogni turno. Quando affrontate un avversario in un combattimento, il lancio dei dadi stabilirà il vincitore dello scontro.

Giochi by Flashgames.it

Seasons of War

L'eterna lotta tra uomini e orchi è giunta all'epilogo finale. Preferite l'alleanza umana di Re Dionisus I, guidata dal Principe Alessandro VIII, oppure le malvage forze di Darklord condotte dal negromante Methus Kardec? Scegliete con chi schierarvi perché la lotta sarà durissima! Season of War è un RPG basato su Warcraft. Sviluppate rapidamente la vostra civiltà: da vincere ci sono ben 7 battaglie. Distruggete l'avversario fino ad arrivare a dominare il mondo e scrivere così glieventi della storia. I controlli sono molto semplici e basati click del MOUSE.

Giochi by Flashgames.it

King Of Hill

Difendete ad ogni costo il vostro castello dagli attacchi degli invasori, se volete restare i Re della Collina. Gli agguati arriveranno da ogni direzione e avrete bisogno di olio bollente e palle infuocate da lanciare con la catapulta se volete far indietreggiare il nemico. Avrete a disposizione 4 torrette con le catapulte (e dunque 4 vite) con cui dovrete attaccare il nemico, ma che dovrete stare attenti a preservare se non volete morire. Clikkate con il MOUSE sulla catapulta che volete usare per direzionare il tiro e, con il tasto del mouse premuto, indietreggiate per dosare la potenza del lancio... poi rilasciate per sparare. Per usare contemporaneamente tutte le cataplute cliccate sulla bandiera al centro del castello. Usate invece le FRECCE direzionali per lanciare l'olio bollente dalle mura del castello.

Giochi by Flashgames.it

L'Assedio - The Great Siege

Il Signore Oscuro ha inviato i suoi servi nella vostra città per uccidere anche gli ultimi superstiti. Siete tutti in pericolo, ma non potete restare a guardare le vostre case sprofondare nell'ombra di un altro abisso. E allora caricate i vostri cannoni, azionate la catapulta, e marciate attraverso le porte per scacciare l'assedio nemico, in questo splendido gioco di guerra. Per giocare con il Mouse: cliccate e trascinate la testa della Catapulta per regolare l'obiettivo, rilasciare il mouse per far fuoco. Per giocare con la Tastiera: utilizzare le FRECCE direzionali SU + GIU per regolare l'obiettivo della catapulta, e la SPACEBAR per sparare. Nel Market, è possibile convertire i punti bonus in diverse risorse. La maggior parte delle costruzioni e delle armi in questo gioco può essere aggiornata. Tasti di scelta rapida. City Mode: [M] Mercato [B] Costruire Battle Mode: [A] Pannello di costruzione dell'Esercito, [S] Invia Esercito, [D] Pannello di Comando Esercito.

Giochi by Flashgames.it

Troy

LA città di Troia è sotto attacco. Le mura sono invase dagli Achei: a voi il compito di combattere e respingere gli invasori in questo gioco di difesa. Posizionate le truppe difensive, selezionate le unità terrestri e gli arcieri da utilizzare in battaglia e preparatevi a contrastare l'attacco nemico. Riuscirete a non far cadere la città di Troia? Riscrivete la storia e il vostro nome diventerà leggenda! Per giocare lanciate i dardi infiammati selezionando con le FRECCE direzionali l'angolo di tiro, e scoccate il tiro con la SPACEBAR.

Giochi by Flashgames.it

Epic War 3

Scendono in campo gli eroi con Epic War 3! Fazioni nemiche sono in guerra tra loro e a voi spetta il compito di ristabilire l'ordine, ovviamente sotto il vostro controllo. :-) Scegliete dunque l'eroe con cui scendere in campo e sconfiggete i vostri avversari in una dura battaglia per la conquista del territorio. Per farlo avrete bisogno di una strategia vincente: dovrete costruire e armare il ponte, scegliere un castello di confine per poter combattere, e potenziare ad ogni cambio turno le vostre carte per difendervi. Si gioca con il MOUSE. Durante la battaglia usate le FRECCE direzionali per scorrere la visuale. Le unità di combattimento verranno generate in automatico ma in qualunque momento potrete selezionarle per muoverle in un punto desiderato. Per usare le Carte Abilità basterà cliccarci sopra. Vi consigliamo comunque di leggere l'aiuto del gioco per istruzioni più dettagliate e scorciatoie da tastiera.

Giochi by Flashgames.it

Age of Kingdom

Provate le vostre abilità nell'imperdibile gioco di ruolo a turni Age of Kingdom! Ambientato nel medioevo, il gioco è diviso in due parti: nella fase building dovrete costruire il vostro impero producendo oro e soldati, mentre in quella battle, dovrete combattere contro nemici agguerriti per mantenerlo in vita. Ogni edificio produrrà risorse che servono allo sviluppo della vostra nazione, dalla popolazione civile al cibo, dall'oro ai materiali, dalla tecnologia alla costituzione di un esercito di soldati per proteggere il regno. Tutte le statistiche su queste risorse saranno visualizzabili in alto a sinistra. Si gioca con il MOUSE: scegliete dove far sorgere il vostro regno e trasformatelo al più presto in un florido impero, combattendo contro gli avversari.

Giochi by Flashgames.it

L'assalto - The Horde

Orde assassine stanno attaccando la vostra terra. Sanguinanti e quasi sconfitti, avete raggruppato le forze nell'unica regione che resta libera. E' tempo di combattere e e cercare di scacciare via dal vostro territorio questi nemici, che diventeranno sempre più forti e difficili da affrontare. Salvate dunque la vostra gente ed evitate che muoia o sia ridotta in schiavitù. Con il MOUSE posizionate le vostre torri di difesa lungo il sentiero ed evitate che i nemici arrivino al vostro cuore. Per ogni invasore ucciso avrete dei soldi che potrete spendere nell'acquisto di nuove postazioni più efficienti a contrastare le ondate sempre più insistenti.

Giochi by Flashgames.it